Casco Bici per Bambino

Una delle attività più divertenti per i bambini è quella di sfrecciare sulla loro bicicletta, forse appena comprata.

Quando, infatti, si compra una bicicletta per i propri figli è bene pensare in primo luogo alla loro sicurezza.

Solo in questo caso infatti si può essere certi che si divertiranno davvero.

Il casco per la bici rappresenta la prima grande difesa contro brutte cadute che spesso si verificano in modo del tutto accidentale.

Per questi motivi occorre cercare articoli che possano offrire una protezione adeguata senza imporre limitazioni eccessive al divertimento del bambino.

Fortunatamente l’offerta del mercato è varia e mette a disposizione dell’utente molteplici scelte da poter fare per le esigenze più diverse.

Abbiamo voluto testare alcuni prodotti per sceglierne il migliore, una valida alternativa e un terzo prodotto che potesse rappresentare una scelta più economica ma al contempo professionale.

Per questo seguiranno 3 descrizioni in merito ad altrettanti prodotti che abbiamo ritenuto validi sotto tutti i punti di vista.

I caschi bici per bambino da noi suggeriti

Frutto di numerosi test e prove sul campo, i prodotti che abbiamo selezionato permettono di raggiungere standard qualitativi e prestazionali molto elevati.

Questi prodotti sono:

SkullCap® BMX & Casco

YGJT Caschi Bici per Bambini

Disney Cars 3 Casco Ciclo Bambino

SkullCap BMX & Casco

Scegliere un casco da far indossare ai propri figli nelle loro uscite in bicicletta rappresenta una scelta molto importante.

Si parla, infatti, della sicurezza del proprio bambino.

Per questi motivi SkullCap rappresenta una scelta adeguata alle aspettative.

Analizzando, appunto, i vari standard di sicurezza garantiti dal produttore si può parlare di professionalità della produzione del prodotto.

SkullCap mostra tutta la sua attenzione alla protezione della testa durante le potenziali manovre pericolose del bambino.

L’idea di casco prodotta da quest’azienda è quella di un prodotto che possa proteggere senza risultare troppo invasivo o limitante.

Il design della calotta utilizzata cerca, infatti, di seguire la conformazione del bambino senza appesantirlo troppo.

Il design a mezza conchiglia è uno dei più aggiudicati per la protezione del capo del bambino per sport come la bici e lo skate.

Nel primo periodo il bambino utilizzerà sicuramente le prime bici senza pedali.

È proprio in questo periodo che dovrà superare le prime sfide.

Per farlo dovrà sentirsi libero di poter fare tutte le acrobazie possibili.

Un casco troppo ingombrante o troppo spesso potrebbe limitarlo.

SkullCap invece con questo prodotto ha voluto coniugare protezione e libertà in un unico progetto.

Per questo motivo abbiamo testato con grande piacere la completa personalizzazione offerta dai vari adattamenti possibili.

Le cinghie utilizzate per l’ancoraggio del casco alla testa non sono mai troppe strette permettendo di regolare in ogni momento e con un range di misure molto ampio.

Attraverso questo progetto si è voluto ridurre al minimo lo scivolamento del casco sulla testa.

In molti casi quest’ultimo può essere un fattore di rischio molto pericoloso.

Abbiamo appurato con grande stupore, come SkullCap sia riuscita a produrre un elemento decisamente personalizzabile.

L’aspetto legato alle cinghie di supporto è cruciale perché è uno dei punti di contatto con la pelle.

Abbiamo testato con nostro stupore l’attenzione del produttore all’aspetto della ventilazione all’interno del casco durante l’utilizzo.

La ventilazione rappresenta il terzo fattore, dopo la qualità dei materiali e la personalizzazione del design, di scelta per questo casco.

Un casco realizzato senza tener conto di un’adeguata traspirabilità potrebbe, dopo un lasso di tempo variabile, diventare ingestibile perché soffocante.

Il casco proposto da SkullCap presenta 8 condotti d’aria molto ampi.

Attraverso questo schema ben definito di entrate d’areazione, si è garantita una traspirabilità senza pari.

In questo modo il casco resta fresco senza provocare eccessiva sudorazione oltre a prevenirla in gran parte.

La bicicletta è uno sport al quale i bambini vengono iniziati solitamente nei periodi estivi.

Per questo motivo abbiamo testato con grande apprezzamento la presenza di questo sistema d’areazione, uscire in bici non sarà più un problema.

In un unico prodotto SkullCap ha concentrato vari vantaggi, dalla traspirabilità alla comodità d’utilizzo.

Questo casco ha registrato nei nostri test, degli standard decisamente elevati grazie alla coesistenza di più vantaggi che accolgono il design senza dimenticare la sicurezza.

Caratteristiche tecniche:

  • Materiali professionali
  • Sistema di areazione
  • Sistema di ancoraggio professionale
  • Ottimi standard di comodità
  • Conformazione a conchiglia
  • Resistenza di alto livello
  • Design versatile
Skullcap® - Casco da BMX ☢ Casco da Skater ☢ Casco da bicicletta ☢ per uomo o donna, colore: Nero opaco e lucido, Black-8, M
  • Estremamente sicuro: I caschi a semicalotta sono molto più sicuri rispetto agli altri normali caschi da bici, infatti la gran parte delle lesioni alla testa avvengono nella parte bassa del cranio, che viene protetta solo con un casco a semicalotta
  • Estremamente robusto: scocca rigida in policarbonato collegata saldamente con la scocca interna in polistirene
  • Estremamente cool: la traduzione di Skullcap è "coperchio per il cranio" e il nome riflette il programma: il casco è solido come la roccia e diventa una cosa sola con la testa
  • Estremamente ben ventilato: gli 8 canali d'aria extra garantiscono sufficiente aria fresca per evitare di sudare eccessivamente.
  • Ogni testa è diversa: la dimensione si può regolare, ma la stessa forma della testa può essere regolata con cuscinetti. Per questo su richiesta includiamo gratuitamente dei cuscinetti aggiuntivi, qualora il casco non dovesse adattarsi al 100%. Scriveteci!

YGJT Caschi Bici per Bambini

La nostra migliore alternativa alla precedente scelta è ricaduta sul casco proposto da YGJT.

Questo casco ha dimostrato nei nostri test di poter garantire standard qualitativi abbinati ad un design molto vicino al mondo dei bambini.

La nostra analisi è partita dall’utilizzo e dalla scelta dei materiali.

Per questo casco YGJT ha voluto puntare sul EPS o polistirene.

Questo materiale è uno dei migliori per la fabbricazione di un casco di protezione per bambini.

Abbiamo testato con successo le sue proprietà.

Nei vari test abbiamo appurato che il casco si presenta molto duro e rigido alle sollecitazioni più intense.

L’EPS riesce infatti a garantire buone prestazioni in termini di resistenza agli urti presentando inoltre buone proprietà meccaniche.

YGJT ha scelto questo materiale anche per la sua nota resistenza a molti agenti sia chimici che acquosi.

Facendo le sue corse in bicicletta, spesso su un modello senza pedali, il bambino può entrare in contatto con agenti esterni che non sempre è facile prevedere.

Questo casco si propone come una valida protezione contro tali pericoli.

Un’altra delle importanti caratteristiche che abbiamo testato è riferita al trattamento isolante che questo materiale presenta.

La scelta di YGJT di puntare sull’EPS raccoglie quindi molti vantaggi per il proprio bambino che hanno portato alla nostra selezione come miglior seconda scelta.

A garanzia ulteriore della protezione il casco è stato rivestito di un ulteriore strato di PC o policarbonato.

Analizzando quindi i primi dati abbiamo riscontrato, con apprezzamento, un casco di indubbia sicurezza, leggerezza e versatilità.

Pur basandosi sulle sue proprietà igroscopiche, l’EPS è in grado di assorbire parte dell’umidità, questo casco è dotato di un ottimo sistema di areazione interna.

Questa possibilità aumenta i valori di traspirabilità del casco che in questo modo diventa un ottimo compagno d’avventure per tutti i bambini.

Sono presenti infatti 11 punti d’aria che contribuiscono a ridurre l’umidità all’interno del casco provocata dalla sudorazione del bambino.

Il design del casco presenta una classica conformazione a conchiglia con qualche piccola rivisitazione.

La visiera alta permette al bambino di non essere limitato nella visuale come molti caschi invece fanno.

La parte anteriore è vista quindi come una protezione dalla luce del sole.

Nella parte posteriore il casco si spinge fino alla parte alta del collo per aderire e proteggere perfettamente la testa.

Le cinghie presentano un disegno utile ad un aggancio perfetto della testa senza risultare troppo invasive.

Di invasivo non abbiamo registrato nemmeno il peso in quanto il casco ha un peso di 230 grammi che rappresentano un dettaglio del tutto trascurabile.

Caratteristiche tecniche:

  • Materiali di qualità
  • Alta traspirabilità
  • Resistenza agli urti
  • Resistente ad agenti esterni
Offerta
YGJT Casco Bici Bambini, Caschetto Bici Bambino 2-5 Anni Regolabile 50-54CM Ultraleggero Traspirante Adatto per Biciclette/Scooter/Pattinaggio a Rotelle/Hoverboard/BMX
  • 🐬 【MATERIALI SICURI】 Materiali interni: EPS + Spugna, Materiali esterni: PVC. Costruito e testato per soddisfare gli standard EN1078-1997 + A1 - 2005. Standard CE, sicurezza garantita.
  • 🐬 【TAGLIA】 Circonferenza della testa S: 50-54 cm, M: 54-58 cm. Età adatta S: 2-6 anni, M: 7+ anni.
  • 🐬 【DESIGN VENTILATO】 11 prese d'aria aiutano la circolazione dell'aria, l'aria fresca e l'aria calda, la salute del tuo bambino è garantita.
  • 🐬 【LEGGERO E PORTATILE】 Peso: ultraleggero, 360 g, si esegue facilmente per molti sport come ciclismo, pattinaggio, pattinaggio e imbarco.
  • 🐬 【REGALO PERFETTO】 Il design modellato del casco 3D scuote il mondo di ogni bambino, aiutali a conoscere gli animali, cinghie regolabili per un'ottima vestibilità, una buona scelta regalo per il compleanno dei bambini o semplicemente come ricompensa.

Disney Cars 3 Casco Ciclo Bambino

Non c’è nulla di più accattivante per un bambino che sfrecciare sulla propria bicicletta avendo i suoi miti stampati sul casco.

È quello che ha pensato Disney per questo prodotto.

Il mito di Cars è il centro nevralgico della produzione di questo casco.

Attirare il bambino al mondo delle corse sarà uno spunto giusto per utilizzare la bici ma soprattutto il casco con la sua colorazione rosso fiammante e la stampa di Saetta McQueen sui lati.

Il design di questo casco è un po’ il centro di tutto in quanto richiama in ogni dettaglio il successo Disney che tutti i bambini hanno amato.

Passando invece ad un’analisi più tecnica abbiamo registrato in primo luogo l’omologazione EN1078.

Grazie a quest’omologazione i caschi vengono dichiarati sicuri dalle autorità garanti.

Acquistare un casco omologato per la sicurezza garantita è sempre un buon punto di partenza per la protezione dei propri figli.

Per i suoi piccoli utenti, Disney ha voluto creare un casco che si avvicinasse al mondo delle corse professionistiche il più possibile.

Lo si nota dalla struttura del casco che cerca di seguire i disegni aerodinamici che si vedono sui caschi professionali.

Superando le stampe e i colori abbiamo notato con piacere un’attenzione alla cura dei particolari del tutto lodevole.

Il casco resta però del tutto regolabile in ogni sua impostazione.

La regolazione della capienza per un saldo ancoraggio della testa è affidata ad un meccanismo a rotella.

In questo modo si potranno scegliere i settaggi giusti per ogni variabile.

Anche l’allacciatura è perfettamente regolabile.

Il casco progettato da Disney ha superato tutti i nostri test classificandosi di diritto nella miglior scelta per rapporto qualità/prezzo.

Questo casco ha quindi un enorme potenziale sotto molti punti di vista.

Sia nella struttura che nelle prestazioni si conferma essere all’altezza delle aspettative soprattutto nel peso.

Il casco pesa, infatti, solo 240 grammi riuscendo cosi ad essere oltremodo leggero.

Caratteristiche tecniche:

  • Stile originale Disney
  • Ottima qualità costruttiva
  • Inserti professionistici
Disney Cars 3, Casco Ciclo Bambino, Rosso, S (52-56 cm)
  • Omologato EN1078
  • Taglia S (52-56cm)
  • Regolazione a rotella
  • Allacciatura regolabile
  • Cars 3

Il miglior casco bici per bambino

Analizzando concretamente tutti i risultati pervenuti dai test e dalle prove effettuate sugli articoli esposti abbiamo appurato che il casco proposto da SkullCap rappresenta uno standard qualitativo e prestazionale molto alto.

Per questi motivi abbiamo candidato questo prodotto a miglior scelta sul mercato.

Attraverso l’unione di più vantaggi, il produttore ha messo in campo un ottimo articolo che coniuga in modo professionale praticità e comodità d’utilizzo.

Il casco proposto da Skullcap infatti a fronte di un pratico design a conchiglia, utile per avere una corretta visuale senza un ingombro eccessivo, restituisce un’esperienza d’uso molto interessante.

Dotato di tutti i requisiti minimi, questo prodotto rappresenta la miglior scelta su più fronti.

Il primo tra tutti è quello della sicurezza e grazie al suo sistema di cinghie personalizzabili permette di poter essere indossato senza problemi.

Come scegliere un casco bici per bambino

Nella scelta di un articolo come questo bisogna essere a conoscenza di tutte le variabili del caso per conferire il massimo della qualità ai propri bambini.

Per questo motivo, nella scelta di un casco giusto per le prime uscite in bicicletta bisogna scegliere un casco che sia protettivo da un lato ma che non ingombri troppo dall’altro.

Sicurezza e struttura

Si parte, quindi, dalla struttura del casco.

Con questo termine si allude in primo luogo alla forma del casco.

Esistono molti modelli che potrebbero attrarre per varie utilità, ma c’è un paradigma al quale non è possibile rinunciare: la sicurezza.

La sicurezza è il punto cruciale per il quale si acquista un casco per il proprio bambino.

Per questo motivo, il primo requisito da ricercare per la propria scelta è quello riguardante l’omologazione del casco secondo la BS EN 1078.

Un prodotto che presenta una simile omologazione è già un passo avanti a tutti gli altri.

Questi codici sono protettivi di uno standard sia europeo che inglese per la sicurezza.

Un casco simile ha perciò superato una serie di test che riguardano la relativa resistenza a sollecitazioni di vario genere e non solo.

I test vengono condotti su tutti gli elementi del casco, incluse cinghie e sistemi di areazione.

Passando invece alla struttura, i prodotti omologati cominciano a differenziarsi per il design utilizzato.

In altri termini, oltre ad essere sicuro o omologato, il casco deve rapire l’attenzione e il desiderio del bambino.

Occorre perciò combinare le proprie esigenze con quelle del bambino.

Meglio scegliere una struttura cosiddetta a conchiglia che rappresenta uno standard più o meno apprezzato da molti produttori.

Questa struttura permette di proteggere facilmente gran parte del capo.

Nei prodotti indicati per bambini più piccoli, però, sarà meglio utilizzare una variante di quest’ultimo.

I caschi per i più piccoli presentano una copertura rivolta maggiormente alla protezione della zona posteriore della testa.

Dev’essere presente, inoltre, una visiera che possa garantire una protezione adeguata contro il sole.

Sotto quest’aspetto, esistono caschi con visiera incorporata da poter mettere o togliere in base alle necessità.

In-mould e hardshell

Parlando di struttura del casco, esistono due tipologie di prodotto: il settore dell’in-mould e l’hardshell.

Il casco in-mould si differenzia dall’hardshell sostanzialmente per il modo in cui la parte esterna e quella interna aderiscono l’una all’altra.

Nel casco in-mould, infatti, la calotta esterna in plastica e il guscio interno in schiuma sono letteralmente fusi insieme.

Questa tecnica riesce ad influire maggiormente sul peso complessivo conferendo al casco un peso notevolmente ridotto.

In più, con questa tecnica si possono ottenere maggiori prestazioni in termini di durabilità del casco in quanto i due gusci non possono staccarsi in quanto fusi.

Nei caschi hardshell, invece, il casco esterno rigido viene incollato allo strato di schiuma interno che verrà in contatto con la testa del bambino.

In queste produzioni vengono utilizzati rivestimenti esterni molto più spesso che garantisce prestazioni migliori durante le sollecitazioni generate in bicicletta.

Materiali

I materiali utilizzati per la costruzione del casco devono essere certificati nella descrizione del prodotto.

Il casco con cui un bambino potrà sfrecciare sulla sua bicicletta per tutto il giorno, specie d’estate, deve possedere alcune caratteristiche utili alla sua integrità e alla salute del bambino.

Sotto quest’aspetto è meglio dissentire su prodotti dalla manifattura poco chiara.

Il casco deve presentare prestazioni di resistenza contro urti e agenti esterni in genere.

Esistono oggi molti materiali che sono certificati per quest’utilizzo come l’EPS che riesce a garantire resistenza contro urti anche di grande entità a fronte di un peso davvero esiguo.

Sotto questa lente un casco fatto in modo consono non presentare un peso né eccessivo né troppo ridotto.

Compreso tra i 190 grammi e 240.

I materiali di fabbricazione devono essere omologati per la produzione di questo tipo.

Un casco realizzato in materiali poco chiari o non strettamente indicati per il contatto con la pelle potrebbe col tempo o in base alle temperature rilasciare sostanze potenzialmente dannose.

Quando si parla di materiali ci si ferma spesso al solo casco.

Non bisogna dimenticare il rivestimento interno e le cinghie.

Questi elementi devono essere altrettanto descritti.

Le cinghie infatti devono essere realizzate in un materiale che non causi sfregamenti dannosi per il bambino.

Per questo motivo è utile sapere che alcuni produttori hanno voluto sviluppare delle cinghie diverse dalla maggioranza dei prodotti presenti sul mercato.

Per evitare gli inconvenienti derivanti dal quel senso di pizzicore generato dagli sfregamenti, molte aziende hanno sviluppato un materiale cosiddetto privo di pizzico.

Queste soluzioni fanno riferimento a chiusure che sfruttano un sistema di fibbie magnetiche che riescono a garantire una chiusura più dolce e senza irritazioni per il bambino.

Dimensioni

Le dimensioni rappresentano un capitolo molto importante per la scelta di un casco di protezione adeguato.

Bisognerà prepararsi in modo preliminare attraverso la misurazione delle dimensioni della testa del bambino.

Effettuare queste misurazioni sarà utile per fare una scelta più adeguata.

I caschi, in generale vengono classificati in 4 fasce: neonati, bambini, ragazzi e giovani.

In merito a queste classi, le misure potrebbero variare leggermente da produttore a produttore.

Sul piano delle dimensioni, però, i caschi si aggirano su alcuni standard prestabiliti che vedono i caschi per neonati con un range da 44 a 50 centimetri, quelli per bambini da 46 a 52 centimetri, quelli per ragazzi da 48 a 55 centimetri e, in ultimo, quelli per giovani da 52 a 58 centimetri.

Queste misurazioni si riferiscono alla circonferenza della testa, avendo una misurazione relativa al proprio bambino sarà quindi più semplice scoprire quale taglia sarà più conveniente.

In questo caso, la tentazione di prendere un casco di qualche centimetro più grande è molto forte.

Si tenta sempre di prolungare l’utilizzo del casco il più possibile cercando di prendere una taglia più grande per poter essere utile anche nella crescita del bambino.

È doveroso rammentare che questa scelta mina la sicurezza del ragazzo.

In questo modo, infatti, il bambino non si adatterà mai alle dimensioni del casco perché prima troppo grandi e poi troppo strette.

Inoltre, un casco di misure dissimili di molto dalle proprie potrebbe non garantire una sicurezza valida contro infortuni e cadute.