macchina per sottovuoto

Macchina per Sottovuoto

La conservazione degli alimenti tramite la tecnologia di sigillatura sottovuoto ha rivoluzionato completamente lo stoccaggio, oltreché la conservazione, degli alimenti stessi.

Nel corso dei secoli l’umanità ha sempre sviluppato tecniche per conservare più a lungo gli alimenti.

Si è passati infatti dall’essiccazione alla conservazione sottaceto per passare alla conservazione delle carni sotto sale.

Oggi, tramite gli sviluppi tecnologici, abbiamo la possibilità di sigillare gli alimenti che più vogliamo conservare tramite la tecnica del sottovuoto.

Tramite questo metodo si può rimuovere tutta l’aria dalla confezione dove verrà conservato un alimento sia essa rigida o flessibile.

In questo modo si crea il cosiddetto effetto sottovuoto.

Quando si parla di conservazione alimentare la qualità non va mai messa in discussione.

Al fine di redigere una lista delle migliori macchine per sottovuoto esistenti sul mercato, abbiamo voluto effettuare numerose prove e test su prodotti e articoli in commercio.

Sulla base dei risultati ottenuti stileremo poi una classifica che presenti il miglior prodotto, un’opzione alternativa e un prodotto migliore sotto il parametro del rapporto qualità prezzo.

Le macchine per sottovuoto da noi suggerite

Sulla base dei risultati ottenuti abbiamo creato una classifica di tre prodotti quali:

Laica VT3120

FoodSaver V2860

Blusmart 80Kpa

Seguirà una disamina che prevede l’esposizione dell’intera scheda tecnica di ogni articolo al fine di produrre elementi sufficienti da giustificarne la bontà e la qualità sia in termini di prestazioni che di esperienza d’uso.

Laica VT3120

Nell’analisi che abbiamo svolto su questo formidabile prodotto, siamo partiti dalla pompa.

Quest’aspetto rispecchia, sotto molti punti di vista, la qualità del prodotto e le prestazioni che possono derivare dall’utilizzo.

Il meccanismo di aspirazione dell’aria si basa su un set di due pompe d’aspirazione con una doppia barra saldante.

Questa predisposizione ha permesso alla macchina sottovuoto di Laica di poter registrare standard prestazionali molto importanti, in tutti i casi superiori a quelli della concorrenza.

Grazie alla doppia pompa d’aspirazione si genera una potenza e una pressione di -0,9 bar, un valore che ci ha positivamente impressionato.

I dati raccolti dalle prove e dai test effettuati rispecchiano l’immagine di una macchina di livello pressoché professionale che può competere con prodotti di categorie superiori.

La portata per ogni operazione è di 20 litri al minuto, un dato questo che continua a corredare il prodotto di valori aggiunti molto interessanti.

Passando quindi alla potenza vera e propria che questa macchina riesce a generare possiamo affermare con chiarezza che le prestazioni sono decisamente positive e superiori alla norma.

Il produttore ha deciso di dotare questa VT3120 di ben 130 Watt di potenza.

Grazie a questa disponibilità Laica ha assicurato sia potenza che longevità alla sua macchina.

Le prestazioni generali infatti mettono in luce i dettagli di maggior spicco per questa macchina, ovvero la barra saldante di qualità superiore.

Il meccanismo di chiusura dei sacchetti è il fattore chiave per una conservazione lunga e corretta dal punto di vista igienico-sanitario.

Per questo motivo Laica ha dotato questa macchina di una doppia barra saldante che riesce a sigillare anche sacchetti più grandi grazie alla sua estensione.

Si possono utilizzare, infatti, sacchetti grandi fino a 30 centimetri di lunghezza.

La doppia barra saldante è la chiave prodotta da Laica per assicurare ai suoi utenti una sigillatura eccezionale.

Abbiamo testato a fondo questo parametro per poter affermarne con certezza la professionalità e la qualità di chiusura.

Proseguendo nelle nostre prove abbiamo esaminato le varie funzioni disponibili.

Laica, infatti, ha dotato questa macchina di una configurazione software che le permettesse di poter offrire un vantaggio maggiore in base all’alimento da sigillare di volta in volta.

Su questa macchina, Laica ha deciso infatti di implementare programmi specifici per la conservazione di alimenti diversi.

La prima selezione è disponibile tramite il pratico tasto food che permette di selezionare il tipo di alimenti da conservare in sottovuoto.

Quest’opzione mette a disposizione una scelta vasta in base a quello che occorre conservare.

La prima opzione riguarderà la modalità Dry da utilizzare per gli alimenti secchi.

Segue Moist, utile per conservare alimenti umidi come la frutta o la carne fresca.

È disponibile anche la modalità Wet, questa opzione si rende necessaria ogni qual volta bisogna conservare alimenti bagnati o che presentano un tasso di umidità molto alto come ad esempio le verdure cotte.

La seconda selezione riguarda, invece, la scelta della potenza di aspirazione con la quale si decide di conservare i propri alimenti.

L’opzione si divide in pressione gentile, da utilizzare per non effettuare una conservazione troppo aggressiva su alimenti delicati, e in potenza normale da utilizzare per tutti gli altri alimenti.

In via del tutto eccezionale è possibile utilizzare questa macchina per la sua sola funzione di saldatura attraverso il tasto Seal, evitando così di mettere sottovuoto gli alimenti.

Oltre a quelle già descritte, abbiamo testato con successo la modalità Marinate per effettuare un ciclo di marinatura rapida.

Un secondo fattore da annotare è l’attenzione del produttore alle esigenze dell’utente.

Abbiamo notato con piacere la presenza di un tasto che attivi un’aspirazione sottovuoto manuale, la macchina quindi aspirerà finché il tasto verrà premuto.

In alternativa si può avviare un’aspirazione manuale per poi interromperla a proprio piacimento.

Caratteristiche tecniche:

  • Più funzioni di sigillatura
  • Potenza da 130W
  • Velocità di aspirazione eccezionale
  • Portarotolo con taglierina
  • Programmi dedicati
  • Capace di lunghe sessioni di lavoro
Offerta
Laica VT3120 Macchina Sottovuoto per Alimenti, Automatica, Doppia Pompa, Acciaio, 20L/min, Larghezza massima sacchetti 30 cm 20.6x40x12cm
  • Macchina per sottovuoto con doppia pompa di aspirazione, doppia barra saldante, potenza di aspirazione regolabile (normal-gentle)
  • Tripla impostazione di sigillatura (dry-moist-wet), Vano porta roloto con taglierina bidirezionale, Maniglia di bloccaggio, Uso con barattolo Laica codice VT3304 non in dotazione
  • Funzioni: 100% automatica-sottovuoto manuale e ad impulsi-"marinatura rapida"-solo saldatura
  • Vaschetta raccogli liquidi, Protezione termica di sicurezza, Larghezza massima sacchetti 30 cm, Rumorosit? a 1 metro: <80dB; indicatore stato di avanzamento
  • Pressione massima di aspirazione -0.9 bar; Potenza di aspirazione 20 L/min; Frequenza di utilizzo: 1 ciclo ogni 60 secondi

FoodSaver V2860

Il secondo prodotto che intendiamo consigliarvi è FoodSaver V2860.

Abbiamo scelto questa macchina perché abbiamo riscontrato risultati molto incoraggianti in merito alle sue prestazioni in termini di aspirazione e qualità di sottovuoto prodotte.

La nostra analisi è partita dalle prove in merito alla pompa sottovuoto.

Sotto questo punto di vista, questa macchina mette in campo un dato leggermente superiore alla media.

Il dato da noi registrato è di 829 mbar con una velocità di 9,2 litri al minuto.

Questi dati sono del tutto incoraggianti e ci hanno spinto a scegliere questo prodotto per la nostra classifica.

La FoodSaver V2860 presenta un meccanismo di pompa a membrana che non presenta particolari prestazioni in termini di tempo ma d’altra parte riesce ad aspirare con molta potenza garantendo un ottimo sottovuoto.

Passando quindi all’analisi della velocità e della potenza possiamo affermare di aver testato la sua carica da 120 W.

Il wattaggio è adeguato alle prestazioni generali desiderate dal produttore, non risulta mai insufficiente per quello che le si richiede e questo è un dato molto positivo.

Se in merito alla potenza e alla pompa sottovuoto i prodotti si assomigliano un po’ tutti, il reparto dedicato allo sviluppo di funzioni personali o personalizzabili è il settore che differenzia tutti i prodotti oggi sul mercato.

FoodSaver V2860 presenta, su questo punto, una grande personalizzazione delle azioni disponibili che abbiamo voluto testare a fondo.

In primo luogo è disponibile una funzione per operare con i cibi umidi.

Attraverso il ciclo per cibi umidi è disponibile una scelta tra due livelli di chiusura del sacchetto che potrà essere adoperata in merito al grado di succhi presenti all’interno del sacchetto.

Una seconda funzione che abbiamo notato con piacere è quella relativa alla sigillatura dei cibi in contenitori specifici.

È disponibile, inoltre, una conservazione che rispetta i cibi più delicati dedicata a quegli alimenti che con un ciclo di sigillatura più violento potrebbero rompersi.

In questo caso sono disponibili 3 potenze differenti: gentile, normale e veloce.

La modalità di sigillatura è l’ultimo aspetto che è possibile personalizzare.

È possibile infatti sigillare un sacchetto in modalità sottovuoto o, più semplicemente, chiudere il sacchetto senza adoperare la funzione di sottovuoto.

Abbiamo ricevuto un ottimo feedback da questo prodotto in tutte le sue espressioni e funzioni notando una completezza d’utilizzo che suggerisce una garanzia di durabilità nel tempo.

In merito all’utilizzo, il produttore ha corredato il prodotto di un set d’accessori molto interessante perché comprende 1 rotolo di termosigillatura, 10 sacchetti termosigillabili grandi e piccoli e un comodo barattolo.

Caratteristiche tecniche:

  • Valori sottovuoto soddisfacenti
  • Kit accessori
  • Funzioni e modalità personalizzabili
  • Taglierina integrata
FoodSaver V2860 Macchina Sottovuoto per Alimenti Secchi/Umidi, Vano Portarotolo e Taglierina, Aspirazione + Sigillatura Automatica o Solo Sigillatura, Tubo per Contenitori, Accessori, Argento/Nero
  • Conservazione sottovuoto con FoodSaver in dispensa, in frigorifero o in congelatore mantiene la freschezza degli alimenti fino a 5 volte più a lungo
  • Facile da utilizzare, aspirazione e sigillatura automatica con un solo tasto, indicatori LED quando la macchina è in funzione, tubo per accessori
  • Design elegante, adatta anche a piccoli spazi, perché può essere riposta in verticale (sistema Flip Up),vassoio raccogli gocce, chiusura a leva
  • Sigilla in sacchetti pretagliati e rotoli creando sacchetti su misura, barra saldante da 28 cm, saldatura doppio spessore, tubo per contenitori
  • Dotata di vano porta rotolo con taglierina integrata, due velocità di aspirazione, funzione pulse, funzione aspirazione specifica accessori, che evita la saldatura

Blusmart 80Kpa

L’ultimo prodotto che abbiamo voluto inserire in questa lista è un prodotto che ci ha stupito per le sue prestazioni anche in merito al prezzo di vendita al quale è proposto.

La macchina per il sottovuoto proposta da Blusmart è un ottimo compromesso sotto il parametro qualità/prezzo.

Siamo giusti a questa conclusione in merito all’analisi delle prestazioni ottenute nelle varie prove eseguite su questo prodotto.

Abbiamo notato, in primo luogo, con piacere la presenza di una termosaldatura a doppio strato che riesce, in modo ottimale, a garantire freschezza per i cibi che vengono conservati.

La potenza d’aspirazione di 80 kpa utile per estrarre tutta l’aria dal sacchetto è risultata di ottimo livello.

In merito a questo dato abbiamo registrato un grosso progresso rispetto a prodotti venduti allo stesso prezzo.

La volontà del produttore di garantire questa macchina nel tempo lo ha spinto a fabbricare un prodotto che puntasse sulla qualità dei materiali per offrire qualità e prestazioni.

La Blusmart 80Kpa è dotata, infatti, di una struttura interamente in metallo di qualità che riesce a contribuire alla qualità del lavoro eseguito.

Procedendo nell’analisi tecnica della macchina abbiamo notato con piacere la presenza di un meccanismo a taglierina incorporata con una comoda custodia per il rotolo dei sacchetti.

La presenza di questa funzionale opzione riesce in ogni modo a semplificare il lavoro.

Non sarà più un problema staccare il sacchetto dopo averlo sigillato, con una taglierina automatica si potrà rimuovere il sacchetto senza dover compiere altre operazioni.

La personalizzazione delle operazioni di messa in sottovuoto possibili è ristretta al minimo, ma d’altra parte Blusmart ha voluto inserire le due funzioni che più di altre vengono utilizzate dai consumatori.

In primo luogo abbiamo voluto provare la funzione Dry adatta alla conservazione degli alimenti secchi come i biscotti o le noci.

Parallelamente a quest’ultima è disponibile la funzione Moist che permette di conservare in modo sicuro alimenti umidi come la carne e il pesce.

La larghezza dei sacchetti che possono essere sigillati non è proibitiva, Blusmart ha voluto puntare su un valore più ampio possibile per offrire maggiore versatilità.

La barra sigillante è lunga ben 30 centimetri.

In ultimo, abbiamo notato con piacere la presenza di un meccanismo per proiettare la tecnologia sottovuoto anche su contenitori compatibili con quest’ultima.

In merito ai risultati ottenuti dai vari test abbiamo voluto premiare questo prodotto con il marchio di articolo migliore per qualità/prezzo.

Caratteristiche tecniche:

  • Prestazioni ottimali
  • Qualità dei materiali
  • Taglierina incorporata

La migliore macchina per sottovuoto

Grazie alle prove effettuate e ai dati pervenuti dai singoli test che abbiamo effettuato possiamo affermare con certezza che il miglior prodotto in fatto di macchina per sottovuoto è quello proposto da Laica con la sua VT3120.

Sono molti i dettagli e le impostazioni che ci hanno fatto propendere verso questa scelta.

In primo luogo abbiamo testato con successo il funzionamento dell’intero meccanismo sottovuoto che parte dalla doppia pompa di aspirazione coadiuvata dalla doppia barra saldante.

Non solo prestazioni in termini di potenza ma anche in precisione e professionalità.

La potenza d’aspirazione è, infatti, regolabile dall’utente.

Questo parametro da grande spazio a chi opera di preservare l’integrità degli alimenti che conserva rispettandoli in ogni loro aspetto.

Le funzioni disponibili e la personalizzazione delle varie conservazioni hanno deposto senz’altro a favore di questo prodotto che è riuscito in ogni campo a soddisfare le aspettative.

Come scegliere una macchina per sottovuoto

Partite da un utilizzo più diffuso negli ambienti professionali dei ristoranti, nell’ultimo periodo le macchine per il sottovuoto sono state più popolarmente sdoganate arrivando nelle cucine di tutti.

Questi straordinari prodotti permettono infatti una gestione più programmabile dei cibi nel proprio frigorifero o freezer.

Grazie al sottovuoto, infatti, i cibi possono essere conservati in assenza di ossigeno e questo influisce sulla loro deperibilità aumentando la loro integrità alimentare.

In questo modo i sigillanti sottovuoto permettono di risparmiare tempo e di guadagnare giorni di autonomia nel dover cucinare alcuni alimenti.

Con il sottovuoto si può organizzare il pranzo o la cena anche per una settimana, questo permette di risparmiare tempo e denaro.

Si stima infatti che, in ambienti più professionali come i ristoranti, il passaggio alla gestione offerta dal sottovuoto permetta di abbattere il costo delle preparazioni anche del 40%.

In molti casi ci si avvicina al mondo del sottovuoto non solo per la conservazione dei cibi ma anche per tutte le opportunità in fase di cottura che il sottovuoto porta con sé.

Con il sous vide infatti è possibile cucinare un alimento dopo averlo sigillato sottovuoto, mediante l’utilizzo del roner.

In merito a tutti questi vantaggi occorre scegliere la propria macchina ponderando attentamente su alcuni fattori cardine per ottenere qualità e prestazioni.

La pompa d’aspirazione

Nella scelta di una macchina sottovuoto, la pompa è il primo fattore con cui confrontarsi.

La pompa è il fulcro di una macchina per sottovuoto.

La pompa è, infatti, il meccanismo responsabile dell’aspirazione dell’aria dal sacchetto che verrà poi sigillato.

Per le macchine sottovuoto, la tecnologia utilizzata è la pompa a membrana.

Sotto questo profilo, quindi, un valore maggiore di vuoto all’interno del sacco corrisponde ad una minore quantità d’aria intrappolata nel sacco.

Minore sarà l’aria interna al sacchetto e minore sarà la deperibilità dell’alimento nel tempo.

Il valore di vuoto è in molti casi espresso in mbar seguito da un segno negativo.

La pompa d’aspirazione è quindi il primo fattore che descrive sotto molti aspetti le qualità e le prestazioni della macchina.

Noi consigliamo una potenza d’aspirazione di almeno 500-700 mbar, oltre questo standard si è in grado di eseguire un sottovuoto del tutto professionale in quanto questi valori riescono a garantire una situazione molto vicina al vuoto assoluto.

La pompa d’aspirazione di una macchina può essere montata seguendo varie tecnologie.

In primo luogo consigliamo una doppia per l’aspirazione, in questa concezione la duplice pompa si affida ad un meccanismo, appunto, doppio che stressa di meno i rispettivi motori.

Questo implica una maggiore durata della macchina.

Portata

La portata, espressa in litri al minuto, esprime la velocità di aspirazione dell’aria.

In questo contesto, una maggiore portata implica una prestazione di livello superiore ed efficiente.

In questo caso consigliamo di cercare un prodotto che permetta di personalizzare la portata o la velocità con cui l’aria viene aspirata.

In questo modo sarà possibile rispettare maggiormente alcuni alimenti, più fragili e delicati, nella messa in sottovuoto.

Un uguale ragionamento è da farsi per gli alimenti ricchi di succhi.

Potenza

La potenza della macchina è espressa in Watt, ed è riferita all’energia elettrica con cui la macchina lavora.

In molti casi il wattaggio è espressione della potenza della macchina specialmente se si conteggia il tempo in cui la macchina riesce a completare l’aspirazione per il sottovuoto.

Una potenza maggiore è, in altri casi, espressione di una correlata qualità di saldatura superiore.

La potenza influisce sulla qualità della chiusura e sul tempo in cui la macchina termina il lavoro.

Per questi motivi consigliamo una potenza minima da considerare non inferiore ai 140 Watt al fine di ottenere una saldatura dei sacchetti professionale.

Funzioni

Le funzioni disponibili rappresentano l’altro grande comparto in cui un produttore può distinguersi dalla massa.

Le funzioni cercano sempre di personalizzare il meccanismo di aspirazione per rispettare di volta in volta i cibi che vengono messi sottovuoto.

La presenza di programmi per alimenti diversi sia per dimensione che per struttura e consistenza rappresenta un grande punto a favore per una macchina che in questo modo può essere maggiormente versatile di volta in volta.

Le funzioni più interessanti da includere come prerogative della propria scelta devono essere: la funzione manuale con la quale decidere quando terminare l’aspirazione, l’opzione di sola saldatura e la scelta di una saldatura Dry o Moist.

Con un set di questo tipo possiamo affermare con certezza che si è in presenza di una macchina professionale.

Dimensione

Le dimensioni contano, specialmente nel caso in cui la cucina dove la macchina verrà utilizzata non è molto grande.

Per questo motivo esistono sul mercato prodotti che cercano di soddisfare le esigenze di spazio tramite varie soluzioni.

Una di queste riguarda la possibilità di alcune macchine di poter essere posizionate sia in verticale che in orizzontale.

La questione sollevata dalle dimensioni dipende da quanti elementi sono integrati nella macchina.

Partendo dalla taglierina e arrivando al rotolo dei sacchetti occorrerà scegliere tra un modello dalle dimensioni importanti, ma che presenta più elementi integrati e un modello con un minor ingombro ma che necessita di un luogo dove riporre sia la taglierina che il rotolo dei sacchetti.

Parlando di dimensioni bisogna confrontare le misure della barra saldante.

Questo parametro servirà ogni qual volta si effettuerà un sottovuoto con un sacchetto diverso.

Molte macchine presentano uno standard da 30 centimetri che mette un po’ tutti d’accordo, esistono però macchine con una lunghezza maggiore che può tornare utile in alcuni casi.

Accessori

Il comparto degli accessori non è molto ampio nel settore delle macchine sottovuoto, ma ci sono alcuni che non devono mancare e che, perciò, vi consigliamo.

In primo luogo dovrebbero esserci in dotazione i sacchetti pretagliati di almeno due dimensioni.

Oltre a questi, che solitamente non sono numerosi, potrebbero esserci: il rotolo utile per ottenere sacchetti di dimensioni differenti, la taglierina qualora non sia integrata, un contenitore per accessori e un tubo per effettuare il sottovuoto nei contenitori.

Il comparto di accessori di macchine più professionali potrebbe, inoltre, comprendere vari adattatori per contenitori diversi, tappi per effettuare il sottovuoto nelle bottiglie, delle valvole per eseguire il vuoto nei barattoli da conserva e alcuni accessori per i contenitori in vetro.