paranco elettrico

Paranco Elettrico

Un paranco elettrico, è uno strumento di movimentazione e movimento dei materiali che è ampiamente utilizzato in ogni unità di produzione come nell’edilizia, nelle fabbriche e nelle industrie di pulizia proprio grazie ad una grande varietà di applicazioni.

Per la sua versatilità il paranco elettrico riesce in ogni occasione, passando da un utilizzo casalingo a quello svolto sui cantieri di costruzione edile, ad offrire molti vantaggi a fronte di pochi semplici compromessi.

Ogni operazione dev’essere sempre svolta in piena sicurezza a prescindere dall’ambiente di lavoro.

Per questo abbiamo voluto condurre una campagna di test su molti prodotti per consigliarvi quelli, nella grande offerta del mercato, che presentavano uno standard di sicurezza e di qualità superiori alla media.

I paranchi elettrici da noi suggeriti

I prodotti che inseriremo quindi fanno parte di un trittico di produttori che hanno dimostrato di poter garantire il giusto compromesso in sicurezza e in qualità di materiali. I prodotti sono:

Ribimex PE495/990C

Winchpro Paranco elettrico

Yonntech Paranco elettrico

Seguirà ora un’analisi approfondita della scheda tecnica di ognuno per poter delineare le qualità che ci hanno convinto all’inserimento del prodotto nella nostra top list.

Ribimex PE495/990C

Il paranco elettrico che abbiamo inserito per primo nella nostra lista è il 495/990C di Ribimex.

Questo prodotto è riuscito infatti sin dai primi test ad ottenere grandi risultati a fronte di un utilizzo decisamente intuitivo corredato da una comodità molto interessante.

La vera anima pulsante di attrezzi di questo tipo è racchiusa nel motore elettrico.

Questo modello è progettato con un motore monofase da 1600 Watt di potenza.

Una bella base di partenza che riesce in ogni occasione a tirare su qualsiasi peso nell’ordine di compatibilità con la scheda tecnica.

Dall’analisi tecnica è emersa una duplice funzione di sollevamento per questo paranco.

In modalità fune singola, questo modello può sollevare fino a 495 chili di peso.

Partendo dall’analisi di questo primo dato abbiamo voluto mettere alla prova il prodotto per verificarne l’effettiva efficienza.

Nelle nostre prove il paranco si è dimostrato perfettamente all’altezza delle aspettative sollevando il peso in modo regolare e senza strattoni.

Il sollevamento di un peso è molto importante in quanto può capitare di dover sollevare oggetti molto pesanti ma altrettanto delicati.

Per questo la regolarità di sollevamento è un fattore determinante in questo settore.

Il paranco di Ribimex ha dimostrato di poter essere utilizzato anche in ambito edilizio o, più in generale, professionale senza alcun tipo di problemi.

Le possibilità di utilizzo aumentano con la funzione fune doppia.

In questa configurazione infatti il paranco è in grado di sollevare senza sforza un peso massimo di 990 kg.

Tutta la bontà di questo prodotto risiede nell’utilizzo di materiali resistenti come l’alluminio per la struttura generale e l’acciaio intrecciato per il cavo di risalita.

Tutte le operazioni sono svolte ad una velocità di 8 metri al minuto per la configurazione a fune singola e di 4 metri al minuto in modalità fune doppia.

Tutto le operazioni sono svolte tramite un pratico telecomando che accende e spegne il meccanismo oltre a presentare un pratico interruttore d’emergenza.

Abbiamo registrato con piacere la presenza di un pratico freno automatico che permette di fissare un peso a qualsiasi altezza e della funzione di finecorsa automatica che impedisce una possibile rotazione eccessiva della fune.

A proposito della fune, abbiamo testato a fondo il cavo d’acciaio di alto tenore realizzato in carbonio intrecciato, la volontà di utilizzare un cavo di 6 millimetri è risultata molto convincente.

Questo paranco dispone quindi di ben 12 metri di lunghezza, un dettaglio ottimo per molte situazioni.

L’intero prodotto sfiora i 27 kg di peso che rappresenta un dato molto incoraggiante, specie rispetto alla concorrenza.

Per questi motivi abbiamo inserito questo prodotto nella nostra lista.

Caratteristiche tecniche:

  • Dimensioni 36x24x62 centimetri
  • Motore elettrico da 1600 Watt
  • Telecomando
  • Cavo d’acciaio
  • Freno automatico
  • Funzione finecorsa
  • 12 metri di lunghezza
  • 4/8 metri al minuto
  • Fune singola o fune doppia
Ribimex PE495/990C Paranco Elettrico, 495/990 Kg, 1600 W, fune 12 m
  • Paranco elettrico con puleggia, motore elettrico monofase, potenza 1600 w
  • Carter in lega di alluminio modellato a pressione
  • Velocità di risalita del cavo: semplice, 8 m/min e doppia, 4 m/min
  • Fune singola 495 kg/12 m, fune doppia 990 kg/6 m

Winchpro Paranco elettrico

Tra le scelte possibili per un secondo prodotto da inserire nella nostra lista di prodotti top abbiamo ritenuto opportuno puntare su Winchpro.

Questo produttore ci ha convinto della bontà dei suoi prodotti grazie alla qualità espressa nelle nostre prove.

Come già accennato, uno dei dettagli più importanti per poter scegliere un ottimo paranco elettrico è riferito alla potenza messa a disposizione dal produttore.

Il paranco di Winchpro è dotato di un ben 1800 Watt di potenza.

Questa capacità rappresenta un dato molto interessante sul quale abbiamo voluto soffermarci in fase di prova.

Abbiamo messo sotto sforzo questo paranco per testare l’effettiva disponibilità in fase di sollevamento.

In ogni test il prodotto si è dimostrato all’altezza delle aspettative e delle necessità poste in campo.

Il motore è stato capace di confermare quanto esposto in scheda tecnica.

Questo paranco è in grado di sollevare un carico fino 1000 kg partendo da un’altezza di 6 metri.

Diversamente, il produttore ha voluto predisporre una seconda applicazione riducendo il peso sostenuto a favore di un’altezza maggiore.

Parliamo infatti di quasi 500 kg sollevabili fino a 12 metri d’altezza.

Questa duplice configurazione rende questo paranco molto più versatile e quindi utilizzabile in più ambiti e per più applicazioni.

Il sollevamento avviene con una velocità di 10 metri al minuto in modalità fune singola e di 5 metri al minuto in configurazione fune doppia.

Com’è ovvio, tutte le operazioni sono facilmente monitorabili tramite telecomando.

Tutti i meccanismi sono stati realizzati al fine di offrire un lavoro svolto in piena sicurezza.

La fune, da un diametro standard di 6 millimetri che garantisce il giusto compromesso tra prestazioni e versatilità, ha subito una realizzazione atta ad una costante riduzione della torsione durante le operazioni di sollevamento.

Per questo abbiamo voluto verificare tali dati e possiamo affermare con certezza che il paranco non è mai andato in sovraccarico né ha mostrato segni di malfunzionamento.

Questo risultato è stato possibile anche grazie alla grande professionalità nella costruzione del prodotto.

Una struttura robusta e un motore migliorato rispetto alla precedente generazione hanno contribuito ad un ottimo passo in avanti sotto molti punti di vista.

In merito al settore della sicurezza, il paranco è dotato di un freno automatico e di uno speciale dispositivo utilizzato per la protezione termica.

In questo modo si contribuisce ad una sicurezza più estesa in ogni operazione indipendentemente dall’ambiente.

Il paranco elettrico è dotato di un sistema di arresto d’emergenza oltre ad una funzione di freno automatico con un dispositivo installato per la protezione termica.

Un dettaglio da non sottovalutare è riferito alla presenza di una puleggia inversa che viene inserita nel prezzo.

Caratteristiche tecniche:

  • Dimensioni 38×14,5×20 centimetri
  • Potenza motore 1800 Watt
  • Cavo da 6 millimetri
  • Sollevamento a singola e doppia fune
  • 10 metri al minuto/ 5 metri al minuto
  • Telecomando
  • Funzione arresto d’emergenza
  • Puleggia inclusa

Yonntech Paranco elettrico

Yonntech è stato inserito in questa lista di prodotti in quanto ha rappresentato uno standard molto interessante sotto il profilo di qualità/prezzo.

Il motore alla base di questo prodotto è di 1600 Watt con una configurazione doppia da 6 e 12 metri di cavo.

Questi dati ci hanno sorpreso specialmente se riferiti al prezzo di vendita.

Per questo abbiamo voluto provare questo prodotto per testare le effettive potenzialità decisamente promettenti oltreché economiche.

Dai nostri test è emersa una generale efficienza nelle operazioni e in tutti gli utilizzi effettuati.

Il paranco elettrico si è dimostrato quindi all’altezza delle nostre aspettative riuscendo a compiere ogni operazione senza sforzo.

La potenza di 1600 Watt è risultata quindi adeguata al carico da sollevare senza permettere al motore di essere sovraccarico.

Il paranco non manca di tutti gli accessori utili per un corretto lavoro di sollevamento.

Uno tra i più importanti è il telecomando, pratico per poter accendere e spegnere il motore oltre a disporre di un interruttore per poter arrestare in caso d’emergenza l’operazione di sollevamento.

Il cavo d’acciaio è realizzato con una particolare lavorazione in carbonio intrecciato che rende la fune molto resistente alle sollecitazioni.

Sono presenti funzioni di sicurezza come il fissa-carico che ferma il sollevamento in qualsiasi punto oltre al meccanismo di fine corsa che impedisce al paranco di effettuare una rotazione eccessiva e quindi surriscaldare il motore.

Tutta la struttura è realizzata in acciaio zincato anti-torsione.

Le velocità di sollevamento sono riferibili alla media dei prodotti fin qui presentati in quanto abbiamo una velocità di 8 metri al minuto in configurazione singola e 4 metri al minuto a fune doppia.

Caratteristiche tecniche:

  • Lunghezza cavo 12 metri
  • Potenza da 1600 Watt
  • Diametro fune da 6 millimetri
  • Struttura in acciaio zincato anti-torsione
Yonntech 800kg / 1000kg Verricello Elettrico 220v Paranco Argano paranchi elettrici montacarichi elettrico
  • Questo paranco elettrico ha una carrucola con un max. Capacità di 1000 kg e un'altezza massima di 6 m / 12 m. Potenza: 1600W.
  • Il telecomando si accende e si spegne e dispone di un interruttore di arresto di emergenza.
  • Cavo di acciaio ad alto tenore di carbonio intrecciato durevole intrecciato durevole dell'ascensore della gru.
  • Il paranco elettrico può essere facilmente sollevato da piccoli motori, trasmissioni, grandi attrezzi da negozio o materiali da costruzione
  • Il freno automatico fissa il carico collegato in ogni posizione. Un finecorsa automatico impedisce la rotazione eccessiva.

Il migliore paranco elettrico

Grazie ai test effettuati e alle prove di carico abbiamo concluso che il prodotto che più di tutti esprime uno standard di qualità rispetto agli altri è il paranco di Ribimex.

Questo prodotto si è dimostrato utile in molte situazioni riuscendo sempre a compiere tutto il lavoro richiesto.

Per questo abbiamo ritenuto opportuno assegnare la classificazione di miglior prodotto al paranco elettrico di Ribimex.

Come scegliere un paranco elettrico

Il paranco elettrico è la versione elettrica dei “Chain Pulley Blocks” che sono generalmente di natura manuale.

Quando parliamo della famiglia dei “paranchi elettrici”, dobbiamo iniziare la nostra spiegazione parlando delle sue varie applicazioni e del suo funzionamento.

Il paranco è infatti uno strumento di sollevamento che riesce a sollevare attrezzature pesanti a varie altezze in diversi settori.

Può anche spostare lo stesso carico front-end e back-end se il carrello è collegato.

I paranchi elettrici sono dotati di una trave/giarrettiera (barra di ferro) che deve essere in grado di sopportare il carico, questo include la stima di sollevamento del paranco e le capacità di carico del paranco stesso.

La forza della fune e la dimensione del cavo sono un aspetto cruciale anche prima di pianificare il montaggio di un paranco elettrico.

Molti modelli riescono a veicolare i carichi solo in verticale anche se molte industrie preferiscono fare movimento orizzontale insieme al movimento verticale.

In questo caso quello che generalmente si fa è montare il carrello con la trave / giarrettiera e una volta montato il carrello, aggiungere il paranco con il carrello.

Quindi quello che succede è che il carrello fa il movimento orizzontale del carico che si sta muovendo nella direzione anteriore e all’indietro e il paranco fa il movimento verticale del carico.

Circa il 60% di questo mercato è dominato da paranchi elettrici di qualità e per questo è utile scoprire quali siano i parametri di scelta.

Qualità e garanzia

Il primo parametro con il quale fare i conti è riferito alla qualità e indirettamente alle garanzie di buon funzionamento e sicurezza che il paranco elettrico può fornire.

In questo caso si deve analizzare ogni singola garanzia in merito alla sicurezza che il meccanismo e il motore possono offrire.

Tutti questi dati sono correttamente visionabili nella scheda tecnica e in un’analisi generale del produttore tramite recensioni e opinioni sparse sul web.

Prima dell’acquisto consigliamo quindi di verificare la bontà del prodotto tramite questi canali.

L’utilizzo di paranchi elettrici presuppone infatti la coabitazione di carichi pesanti e di altezze considerevoli.

Per questo motivo si deve agire in piena sicurezza.

Questo è possibile solo tramite certezze che provengono da certificati di garanzia nei casi migliori e tramite recensioni positive nei casi peggiori.

Quando acquistate un paranco elettrico su internet o su piattaforme digitali di e-commerce, potrete trovare paranchi elettrici di tanti generi e declinati in molte potenze.

Per questo è importante studiare tutte le proprie necessità in termini di peso e altezza per poi fare la scelta giusta.

Modello

Il paranco elettrico a catena e paranco elettrico a fune metallica sono due tipi principali di paranco elettrico.

I paranchi elettrici sono disponibili in 0,25 tonnellate fino a 100 tonnellate di capacità.

I paranchi elettrici utilizzano un motore per movimentare una fune d’acciaio zincato che permette di sollevare o abbassare il carico collegato.

La rotazione in senso orario o antiorario del tamburo è controllata dall’operatore tramite un telecomando con pulsanti per azionare il movimento in su e in giù oppure per un arresto di emergenza opzionale.

I paranchi elettrici sono abbastanza economici, ma sono limitati nel loro uso da quello che è noto come il suo duty cycle.

Ogni motore elettrico richiede una certa quantità di riposo dopo un periodo di utilizzo.

Capacità

Dovrebbe essere abbastanza ovvio che una delle prime cose da contemplare quando si seleziona un paranco d’aria è la quantità di peso che si sta sollevando.

I paranchi variano in capacità da 0,25 a 100 tonnellate.

Quando scegliete il paranco giusto per il vostro lavoro, assicuratevi sempre di selezionare un paranco che offra un pò più della capacità effettivamente richiesta dal lavoro.

Quando si lavora con oggetti pesanti si dovrebbe sempre vigili sul lato della sicurezza.

Inoltre, dovreste chiedervi se il paranco potrebbe mai essere utilizzato per un’altra applicazione diversa da quella attualmente in questione.

In tal caso, potreste provare ad anticipare i pesi di altri oggetti da sollevare e pianificare di conseguenza.

Altezza

L’altezza fino alla quale un peso dev’essere sollevato dal paranco elettrico rappresenta un’ulteriore punto di riflessione per la scelta del prodotto giusto.

In base a questo dato infatti si potrà optare per prodotti più professionali o viceversa articoli rivolti più al grande pubblico.

Le persone a volte si riferiscono all’altezza come alla lunghezza del cavo installato sul paranco.

In molti casi le misure potrebbero variare ma non in un range troppo esteso.

In questi casi infatti i produttori tentano di adattare la propria proposta il più possibile per offrire le stesse possibilità.

I modelli che più vengono scelti presentano un dato standard che si aggira tra i 10 e i 12 metri di lunghezza cavo.

Modelli più professionali, rivolti perciò ad utilizzi più impegnativi spesso per imprese, possono superare anche di molto queste misure.

È doveroso sottolineare un meccanismo per cui un paranco che presenta una lunghezza di fune maggiore sia inserito in una fascia di prezzo più alta rispetto ai modelli da 10/12 metri.

Il sollevamento deve essere misurato dal punto di prelievo dell’oggetto, alla parte inferiore del gancio di carico quando il paranco si trova nella sua posizione completamente retratta.

Quando si calcola la quantità di sollevamento richiesta, è utile ricordarsi di prendere in considerazione l’altezza effettiva dell’oggetto sollevato.

Ad esempio, se la distanza dal gancio inferiore del paranco (nella sua posizione retratta) al pavimento è di 3 metri, ma l’oggetto e il suo punto di prelievo si trovano a 60 centimetri da terra, sono necessari solo 2 metri e mezzo di sollevamento o di fune.

Come per la capacità, spesso è meglio avere più sollevamento che non lavorare con misure al limite.

Ancora una volta, bisogna provare ad anticipare le proprie necessità e calcolare la possibilità in cui un giorno questo paranco potrebbe essere utilizzato in un’applicazione che richiede un’altezza maggiore e pianificare di conseguenza.

Controlli

Che si tratti di un paranco manuale, pneumatico o elettrico; la lunghezza e il tipo di controlli devono essere accuratamente selezionati prima di ordinare un paranco.

Come accennato in precedenza, un paranco a catena manuale (caduta a catena) è controllato dalla catena di trazione.

I paranchi elettrici e pneumatici sono dotati di comandi a ciondolo che dettano la direzione di sollevamento del paranco.

I modelli elettrici sono dotati di comandi a pulsante mentre i ciondoli pneumatici utilizzano leve e valvole per controllare il carico.

I modelli più vecchi di paranchi pneumatici di fascia bassa a volte sono dotati di due funi collegate alle estremità di un piccolo bastone cilindrico inclinato a destra o a sinistra per controllare l’abbassamento o l’innalzamento di un carico.

Sotto questo punto di vista potranno essere utilizzati in modalità distinte.

Molti modelli presentano due funi con le quali interagire in base al peso e all’altezza verso cui trasportare il carico.

Velocità di sollevamento

Le velocità di sollevamento e abbassamento alle quali opera un paranco vengono misurate in metri al minuto (FPM).

Tipicamente, c’è una relazione inversa tra la velocità di sollevamento e la capacità del paranco.

In altri termini, i paranchi a capacità più elevata funzionano a velocità più basse mentre a bassa capacità operano a velocità più elevate.

A volte, tuttavia, lo stesso modello di paranco verrà offerto nella stessa capacità, ma con diverse opzioni per la velocità.

Inoltre, alcuni paranchi sono venduti in modelli a doppia velocità che offrono una maggiore flessibilità nel loro utilizzo.

Questi modelli sono da preferire in quanto permettono di poter attuare una personalizzazione del lavoro in base alle proprie necessità di altezza ma soprattutto per proteggere il carico da possibili dondolii e pericoli in fase di sollevamento.

Gancio

I paranchi possono essere montati in tre modi di base.

Quelli montati su gancio utilizzano un gancio superiore in stile snap per connettersi a un morsetto del fascio, carrello o foro preforato in un fascio a I.

Il montaggio del gancio si traduce in una connessione non rigida che consente al corpo del paranco di ondeggiare con il carico.

Al contrario, una connessione montata su anse si traduce in una maggiore rigidità perché la sospensione superiore del paranco è collegata a una staffa o a un carrello utilizzando un’asta metallica solida nota come anse.

Questa asta cilindrica, agisce come una sorta di bullone stabilizzatore, impedendo al paranco di ondeggiare con il peso del carico.

I carrelli consentono all’operatore di far rotolare lateralmente il paranco attraverso l’impianto lungo la lunghezza della trave a I.

In questo articolo abbiamo discusso i vari componenti coinvolti nella corretta selezione del paranco.

Di tutti i fattori, nessuno è più importante che selezionare il giusto paranco di capacità per il lavoro e assicurarsi di non superare mai le specifiche di carico classificate dai produttori.