puntatore laser

Puntatore Laser

Quante volte, durante le presentazioni che avete effettuato, vi siete accorti che l’assenza di un puntatore laser si è fatta sentire parecchio?

Se volete porre rimedio a questa situazione, non dovete fare altro che scegliere un ottimo puntatore laser.

Il nostro obiettivo è quello di illustrarvi sia quali siano i migliori modelli, sia come scegliere quello ideale per le vostre esigenze.

Le nostre scelte sui puntatori laser

A noi, che piace essere sempre professionali, il puntatore laser è sembrato un articolo fondamentale che ha incrementato notevolmente la qualità delle nostre presentazioni.

Ecco perché, quando vi parliamo dei modelli che meritano di essere reputati come i migliori, dobbiamo necessariamente parlare del:

Logitech R500, che offre una prestazione sublime e soprattutto che riesce a rendere ogni presentazione unica nel suo genere, grazie alla longevità della batteria e alle sue tante funzioni;

KNORVAY N76GBK, versione alternativa che riesce comunque a garantire una prestazione professionale che riesce a stupire e che garantisce la realizzazione di una presentazione perfetta;

Logitech R400, versione economica che permette di svolgere un lavoro perfetto e in grado di personalizzare la luce che viene prodotta, offrendo quindi una buona prestazione.

Analizziamo ora nel dettaglio quali sono state le nostre impressioni durante l’uso di ognuno di questi tre strumenti e capiamo quale riesce a essere il puntatore laser migliore in assoluto e indicato per una presentazione ottimale.

Logitech R500

Sicuramente il puntatore laser che tutti dovrebbero sfruttare qualora si voglia avere l’occasione di fare una presentazione perfetta.

Questo perché il modello in questione è dotato di una batteria la cui durata complessiva è di un anno.

I consumi energetici effettuati da questo modello sono ottimizzati proprio per incrementare la longevità d’uso dell’apparecchio, che in stand by non consuma assolutamente la carica della pila.

Oltre a questo primo aspetto, il puntatore tende diminuire l’intensità della luce entrando poi in modalità risparmio energetico quando la carica sta per terminare.

Grazie a questi semplici dettagli si ha l’occasione di sfruttare nel migliore dei modi tale strumento, rendendolo sempre operativo senza riscontrare delle grosse difficoltà.

Altro dettaglio importante che occorre analizzare è il materiale che contraddistingue questo strumento.

Sotto questo frangente dobbiamo dire che la prova ci ha incredibilmente soddisfatti visto che lo strumento in questione si è dimostrato ottimo.

La qualità del materiale al tatto è piacevole e anche impugnandolo per diverso tempo non abbiamo riscontrato alcuna problematica nelle mani.

Inoltre dobbiamo anche parlare del fatto che questo puntatore laser è realizzato con materiali antiscivolo, quindi difficilmente questo strumento scivolerà dalle proprie mani, anche se sudate.

Sul fronte connettività abbiamo potuto sfruttare diverse tipologie di connessioni per utilizzare il puntatore.

La prima di questa riguarda la possibilità di collegare wireless il dispositivo, cosa che ci ha permesso di usarlo senza alcun tipo di complicanza.

Stesso discorso per quanto riguarda la connessione Bluetooth, che con i vari dispositivi si è dimostrata stabile e ci ha permesso di usarlo per presentare un piccolo progetto.

In alternativa è possibile sfruttare lo strumento anche con il sistema di collegamento USB, ovvero quello classico.

La connessione si è dimostrata in tutti i casi piuttosto stabile e in grado di rispecchiare le nostre esigenze.

È possibile sfruttare una serie di intensità della luce, grazie alla quale abbiamo potuto sottolineare le parti importanti del nostro progetto presentato durante una conferenza.

Durante l’uso abbiamo potuto constatare come la distanza massima della luce sia di trenta metri: si tratta di una distanza molto buona rispetto ad altri modelli.

Inoltre, al contrario di diversi altri puntatori laser, questo modello non perde eccessivamente la sua intensità una volta che questo viene allontanato dalla superficie dove viene usato.

Gli altri pulsanti presenti nel corpo di questo strumento servono per effettuare un controllo della carica residua della batteria e per impostare il timer di funzionamento dell’apparecchio.

Grazie a queste due aggiunte importanti, abbiamo potuto svolgere una presentazione e organizzare ogni singolo aspetto senza rischiare complicazioni varie.

Perciò possiamo dire che questo strumento è stato in grado di garantirci una prestazione perfetta in ogni suo minimo dettaglio.

Ideale, quindi, quando le presentazioni che devono essere svolte sono molto frequenti e si vuole avere uno strumento professionale che rende tale mansione meno difficile del previsto.

Caratteristiche tecniche:

  • materiale ergonomico;
  • grande risparmio della batteria;
  • luce intensa e potente;
  • timer di durata della funzione della luce;
  • leggero;
  • facile da impostare;
  • compatibile con tutti i sistemi operativi fissi.
Logitech R500 Puntatore Laser per Presentazioni Wireless, 2.4 GHz e Bluetooth, Ricevitore USB, ‎Puntatore Laser Rosso, Portata 20 Metri, 3 Pulsanti, PC/Mac/Android/iOS, Nero
  • Compatibilità Universale: Clicker wireless R500 ottimizzato per ‎Windows, macOS, iOS, Android, nonché per software di presentazione come ‎PowerPoint, Keynote, PDF, Google Slides e Prezi
  • Raggio D’Azione di 20 Metri: Muoviti e presenta con la massima libertà fino a 20 m di distaza con Il clicker per presentazioni R500, ‎perfetto per sale riunioni di ‎medie e grandi dimensioni
  • App Per Presentazioni: Con l'app di Logitech puoi personalizzare le funzioni del pulsante, monitorare la durata della ‎batteria e impostare il timer delle presentazioni
  • Doppia Connettività: Connetti il pointer al pc tramite ricevitore USB o tecnologia Bluetooth a ‎basso consumo energetico e quando non usi l'USB lo potrai mettere nel dock integrato del tuo R500
  • Gestione Intelligente Della Batteria: Il puntatore R500 funziona per 12 mesi con un’unica batteria ‎AAA; Quando la carica è poca, R500 attiva la modalità risparmio energetico, ‎disattivando il laser

KNORVAY N76GBK

Quando parliamo di questo puntatore laser dobbiamo necessariamente fare riferimento a uno strumento le cui dimensioni compatte riescono a offrire la massima praticità possibile.

In questo caso siamo di fronte a un puntatore che non deve essere giudicato per le sue dimensioni, visto che le sue prestazioni sono da vero gigante.

Partiamo subito con il sostenere che, durante la nostra prova, la luce verde è stata intensa e di dimensioni non eccessive.

Durante l’uso abbiamo potuto indicare tutte le diverse parti del progetto e mettere in risalto le aree di maggior interesse, evidenziandole agli occhi di chi ha partecipato alla conferenza.

Grazie a questo tipo di caratteristica abbiamo avuto l’occasione di prevenire che un eventuale confusione si potesse palesare.

Inoltre il tasto per mantenere la luce accesa si è dimostrato molto ergonomico: il nostro dito non si è mai stancato.

Questo permette di evitare che bolle e calli si manifestino, anche se il puntatore viene utilizzato per diverso tempo.

Ma l’aspetto che ci ha maggiormente stupiti durante l’uso del puntatore laser è stata la distanza massima che ci ha permesso di usare questo strumento.

Parliamo di circa ottanta metri, ovvero un ottimo range grazie al quale abbiamo potuto svolgere tutte le diverse fasi della presentazione senza intoppi.

La luce verde intensa ci ha permesso di realizzare un lavoro ottimale e inoltre abbiamo anche constatato come le dimensioni e il materiale ergonomico ci hanno consentito di lavorare senza sosta.

La presentazione, durata circa un’ora, è stata svolta senza interruzioni visto che questo puntatore non si è mai surriscaldato.

La compatibilità di questo puntatore laser con i vari dispositivi fissi ci ha agevolato il lavoro.

Collegandolo al computer tramite porta USB abbiamo potuto svolgere il nostro compito senza alcun malfunzionamento.

In aggiunta dobbiamo anche parlare della longevità della batteria, stavolta ricaricabile al litio.

Questa, con due ore di ricarica, offre un’autonomia di circa quindici giorni, che viene incrementata o diminuita a seconda della frequenza e modalità d’uso che viene fatto di questo strumento.

Pertanto possiamo dire che grazie a questo puntatore laser è possibile effettuare delle presentazioni perfette.

A differenza del modello precedente manca il pulsante che permette di capire quale sia la carica residua della batteria durante la fase di uso o quando lo strumento viene lasciato in stand by.

A questa mancanza è possibile porre rimedio caricando l’accessorio per le presentazioni ogni dieci giorni circa.

Grazie a questo accorgimento è quindi possibile ottenere un ottimo successo, evitando che improvvisamente lo strumento si spenga e non possa essere sfruttato al massimo.

Questo puntatore laser è ideale sia per le presentazioni che per indicare determinate aree dove occorre svolgere un lavoro specifico, facendo in modo che la precisione diventi una vera e propria costante sempre presente.

Caratteristiche tecniche:

  • puntatore laser comodo da usare;
  • molto piccolo e pratico;
  • distanza massima di ottanta metri circa;
  • facile da collegare ai vari strumenti per farlo funzionare;
  • autonomia della batteria di circa due settimane.
KNORVAY N76GBK Puntatore Laser Verde, Presenter Wireless Presentazione Remota Clicker Ricaricabile
  • 【Telecomando per Presentazioni Plug & Play】①Design originale di KNORVAY, venduto direttamente dalla fabbrica di KNORVAY. ②Puntatore laser ricaricabile Supporta Enter, Tab, Alt-tab e Hyperlink, Pagina su / giù, Nero / Schermo intero, Passa a Windows. ③Il puntatore di presentazione è facile da usare, basta Plug & Play.
  • 【Gamma di Controllo Lungo 300 piedi e Luce Verde Brillante】①Scelta migliore per presentazioni su larga scala, gamma clicker wireless: 328FT, distanza laser: 656FT. ②Il laser verde non è solo sei volte più potente del laser rosso, più facile da attirare l'attenzione del pubblico.
  • 【Ricaricabile】La batteria ricaricabile integrata da 360 mAh offre settimane di utilizzo con solo 2 ore di ricarica.
  • 【Ampia Compatibilità】① Sistemi di supporti ricaricabili di clicker di Presenter: Windows 2003 / XP / Vista / 7/8/10, Mac OS, Linux, Android;②Il presentatore laser verde supporta software: PowerPoint, Presentazioni Google, iWork (Keynote & Numbers & Pages), Prezi, PDF, MS Word, Excel, ACD See, sito Web, ecc.(maggiori dettagli si prega di fare riferimento alla figura sulla parte Descrizione del prodotto).
  • 【Garanzia di 3 ANNI&USB Gratuito】①3 anni di garanzia & Adattatore USB gratuito se perso entro 2 anni & Rimborso completo entro 1 anno se non sei soddisfatto. ②Con una custodia portatile. ③Tutte le domande o dubbi si prega di contattare KNORVAY.

Logitech R400

Chi ama realizzare delle presentazioni professionali, ma non vuole spendere somme di denaro ingenti per l’acquisto di uno strumento simile, può scegliere questo modello.

Il connubio tra prezzo e prestazioni offerte premia il modello Logitech R400 il quale può essere facilmente definito come modello precedente a quello primo nella nostra classifica.

Ovviamente questo non vuole assolutamente dire che questo strumento sia inferiore ma, al contrario, alcune funzioni lo rendono un valido alleato per chi vuole rendere una presentazione perfetta sotto ogni aspetto.

Per prima cosa ci siamo accorti della presenza di sei tasti molto morbidi e privi di particolari parti risaltate.

Questo ci ha consentito di fare un uso costante di questo puntatore laser, il quale si è dimostrato piuttosto semplice da usare.

I sei tasti danno accesso ad altrettante funzioni: quello centrale, come facilmente intuibile, permette di accendere il puntatore e quindi di illuminare, con una luce rossa e intensa, un determinato punto.

Gli altri due tasti superiori servono per regolare l’intensità della luce: in alcune circostanze ci siamo accorti come la luce del laser dovesse essere incrementata o ridotta.

Grazie a questi tasti abbiamo potuto dare vita a una presentazione realmente precisa e totalmente priva di errori.

Sempre con i tasti presenti nella parte frontale del puntatore è possibile scegliere anche la grandezza del puntatore, che ci ha permesso di evidenziare delle aree più o meno grandi della presentazione.

Infine vi è anche il tasto che permette di tenere sotto controllo la carica residua della batteria, evitandoci quindi brutte sorprese.

In questo caso dobbiamo sottolineare come la carica della batteria non sia eccessivamente longeva ma, comunque, superi i venti giorni.

Pertanto se le presentazioni vengono svolte con una frequenza non molto alta, potrete sfruttare questo puntatore laser per diverso tempo.

Analizzando i materiali, invece, abbiamo potuto constatare come questo strumento si sia dimostrato leggero e molto pratico.

Il suo peso contenuto e la piacevolezza al tatto hanno fatto in modo che il puntatore potesse essere sfruttato per lunghi lassi di tempo senza alcuna interruzione.

Pertanto abbiamo reputato tale versione comoda ed economica, quindi una scelta ottimale qualora non si vogliano usare strumenti eccessivamente complicati o costosi.

Inoltre la semplicità di collegamento ai vari computer, seppur caratterizzati da sistemi operativi differenti, ci ha consentito di svolgere tutte le diverse operazioni di presentazione senza alcun problema.

Infine dobbiamo anche sottolineare la portata di questo puntatore laser, che si assesta attorno ai quindici metri, quindi un campo ristretto ma non per questo scomodo.

Pertanto un ottimo modello ideale per lavorare in diversi ambiti e avere la sicurezza che questo non dia mai problemi durante la presentazione,

Caratteristiche tecniche:

  • portata nella media;
  • batteria longeva;
  • materiali ergonomici e tasti morbidi che non irritano la mano durante l’uso;
  • semplice da usare e luce che potrà essere sfruttata e personalizzata, per grandezza e intensità, a seconda delle proprie esigenze.
Logitech R400 Puntatore Laser per Presentazioni Wireless, 2.4 GHz e Bluetooth, Ricevitore USB, ‎Puntatore Laser Rosso, Portata 15 m, 6 Pulsanti, Controllo Intuitivo, Indicatore ‎Batteria, PC, Nero
  • Puntatore Laser Logitech Pratico e Wireless: Clicker per presentazioni ad alte prestazioni, costruito ‎per durare con una garanzia hardware di 3 anni
  • Comandi Della Presentazione Intuitivi: Pulsanti facili da trovare e in materiali morbidi, questo ‎pointer per presentazioni offre maggiore controllo e comfort, anche negli auditorium più bui
  • Puntatore Laser Rosso: Puntatore laser rosso consente ai presentatori di fornire una spiegazione ‎chiara e facile da seguire. Per il laser su schermi TV puoi utilizzare Logitech Spotlight
  • Libertà di Movimento: Pointer wireless Logitech con una portata fino a 15 m di distanza, consente ‎al presentatore la libertà di movimento e la capacità di interagire con il pubblico
  • Ricevitore USB Plug and Play: Collega il ricevitore Presentation Remote alla porta USB del ‎computer. Semplicemente collega il ricevitore e inizia la ‎presentazione‎ grazie a ‎Logitech

Il migliore puntatore laser

Il puntatore laser che noi abbiamo deciso di premiare come il migliore in assoluto è il Logitech R500.

Questo per svariati motivi, tra cui spicca ovviamente la possibilità di sfruttare una batteria per circa un anno e l’occasione di personalizzare al massimo la luce.

Oltre a questi aspetti ci ha stupito particolarmente la qualità della luce prodotta, che ci ha permesso di indicare i diversi punti della lavagna bianca senza difficoltà.

Pertanto un valido alleato vista anche la qualità dei vari materiali e la semplicità d’uso: grazie alla compatibilità con i vari sistemi operativi non si sono riscontrati problemi durante l’uso costante.

Come scegliere un ottimo puntatore laser

Prima di tutto capiamo a cosa serve questo strumento.

Quando si organizza una presentazione di un nuovo progetto oppure si ha intenzione di sottolineare delle parti di un testo durante la conferenza, usare una bacchetta classica non è di certo professionale e risulta molte volte scomodo.

Il puntatore laser, invece, offre la concreta occasione di lavorare con la massima professionalità possibile, facendo quindi in modo che il risultato sia perfetto.

Ovviamente, per rendere questo aspetto realmente ottimale, occorre scegliere uno strumento che riesca nell’impresa di mettere in mostra quanto si è precisi.

Ecco quindi che il puntatore laser deve essere selezionato con attenzione valutando una serie di dettagli tecnici che rendono la scelta come migliore sotto ogni punto di vista.

La portata del puntatore

Come primo aspetto fondamentale che bisogna considerare è quello della portata del puntatore.

Spesso e volentieri le diverse presentazioni avvengono in grandi aule o sale conferenze e quindi è importante avere un puntatore che permetta di indicare i punti salienti da ogni parte della stanza.

Ecco quindi che, analizzando la dimensione della medesima, è possibile trovare uno strumento che riesce a rispondere alle proprie esigenze.

In questo modo non si è costretti a stare troppo vicini alla lavagna o alla parete, visto che in questo caso si rischia di indicare con poca precisione i vari punti fondamentali del progetto che si presenta.

L’intensità della luce

Correlato al punto precedente vi è l’intensità della luce laser, la quale deve essere rapportata alla distanza massima della portata.

Questo significa semplicemente che occorre puntare su uno strumento il quale permette di avere un’ottima luce anche da una distanza massima, evitando quindi difficoltà durante la presentazione.

Per esempio se serve un puntatore la cui portate è di venti metri, occorre scegliere uno strumento la cui luce possa essere regolata fino a quella distanza e che questa non subisca dei cali drastici.

In questo modo è possibile ottenere il migliore dei risultati possibili, facendo quindi in modo che la presentazione si svolga con grande cura e precisione.

La qualità delle impostazioni

Ovviamente un buon puntatore è quello che possiede un’ottima serie di impostazioni di regolazione della luce.

In questo caso è importante considerare il fatto che lo strumento in questione deve essere in grado di rendere la luce sia intensa che lieve e il fascio deve poter essere allargato o ristretto a piacimento.

In questo modo si è certi che, a seconda delle proprie esigenze, si possa ottenere un risultato perfetto e quindi raggiungere il massimo grado di soddisfazione possibile.

Inoltre si possono indicare le diverse parti con maggior precisione, altro dettaglio sempre da considerare quando si sfrutta questo strumento.

L’ergonomia dei materiali

I materiali ergonomici sono fondamentali quando si parla di questo tipo di strumento.

Bisogna sempre scegliere un articolo che possa essere maneggiato con semplicità e soprattutto che non arrechi dei danni alle proprie mani mentre viene usato.

In aggiunta assume la massima importanza considerare la solidità dei tasti, che devono essere immediati nella risposta.

In tal modo si ha l’occasione di entrare in possesso di un articolo ottimale e quindi rimanere compiaciuti dall’utilizzo dello stesso.

Ecco quindi che se lo strumento è piacevole al tatto, non si riscontreranno difficoltà durante l’uso.

La longevità della batteria

Infine è importante valutare pure la longevità della batteria, la quale deve assestarsi su ottimi livelli.

Uno strumento con una buona batteria offre l’occasione di partecipare a diverse presentazioni e allo stesso tempo essere certi che lo strumento non si blocchi durante le stesse.

Anche le tempistiche di ricarica sono fondamentali da analizzare: un puntatore che richiede poco tempo per essere caricato è quello ideale e sempre pronto all’uso che deve essere acquistato.

Infine è fondamentale controllare la connettività e la compatibilità con i vari strumenti: così si è certi che il puntatore possa essere sempre sfruttato in svariate circostanze senza riscontrare problemi vari.