termoventilatore da parete

Termoventilatore da Parete

IL MIGLIORE
AEG Termoventilatore
LA MIGLIORE ALTERNATIVA
Radialight Touch Termoventilatore
LA MIGLIORE QUALITA - PREZZO
Argo Chic Silver
AEG - Termoventilatore, Bianco, 238722
Radialight Termoventilatore digitale a parete TOUCH con barra portasalviette (Grigio Perla) TBSLI003
Argo Chic Silver Termoventilatore Ceramico a Parete, 2000 watt, Con Timer Settimanale, Argento
Dimensioni 12.6 x 34.5 x 46.9 cm
Dimensioni 30 x 11 x 50 cm
Dimensioni 16 x 65 x 25 cm
Peso 5.4 Kg
Peso 2.55 Kg
Peso 5.22 Kg
Riscaldamento veloce
Filtro antipolvere
Display LCD
Anti-surriscaldamento
2 potenze di funzionamento: 1000W /1800W
2000 Watt di potenza massima
Certificazione IP24
Protezione IP24
Alette regolabili
IL MIGLIORE
AEG Termoventilatore
AEG - Termoventilatore, Bianco, 238722
Dimensioni 12.6 x 34.5 x 46.9 cm
Peso 5.4 Kg
Riscaldamento veloce
Anti-surriscaldamento
Certificazione IP24
LA MIGLIORE ALTERNATIVA
Radialight Touch Termoventilatore
Radialight Termoventilatore digitale a parete TOUCH con barra portasalviette (Grigio Perla) TBSLI003
Dimensioni 30 x 11 x 50 cm
Peso 2.55 Kg
Filtro antipolvere
2 potenze di funzionamento: 1000W /1800W
Protezione IP24
LA MIGLIORE QUALITA - PREZZO
Argo Chic Silver
Argo Chic Silver Termoventilatore Ceramico a Parete, 2000 watt, Con Timer Settimanale, Argento
Dimensioni 16 x 65 x 25 cm
Peso 5.22 Kg
Display LCD
2000 Watt di potenza massima
Alette regolabili

I termoventilatori da parete restano, nonostante l’entrata nel mercato di soluzioni alternative, una delle vie più concrete per attuare un riscaldamento effettivamente piacevole all’interno di un ambiente.

La loro semplicità unita quindi alla loro efficacia e professionalità li mette in una posizione si superiorità rispetto a molti altri sistemi di riscaldamento.

Per questi vantaggi abbiamo deciso di effettuare una ricerca che potesse selezionare attraverso prove e test professionali un trittico di prodotti d’élite all’interno del mercato.

I termoventilatori da noi suggeriti

Nella nostra selezione abbiamo utilizzato come parametro di riferimento e confronto la qualità strutturale, atta alla durevolezza di ogni prodotto assieme ai vari sviluppi tecnologici oltreché prestazionali.

I prodotti che hanno superato la nostra selezione positivamente sono:

AEG Termoventilatore

Radialight Touch Termoventilatore

Argo Chic Silver

Procederemo ora ad all’esposizione dei nostri risultati e delle nostre conclusioni in merito ad ogni prodotto:

AEG Termoventilatore

AEG Termoventilatore

 

Il primo prodotto che abbiamo selezionato ed inserito in questa classifica si è distinto sulla maggior parte dei termoventilatori da noi provati per indiscusse proprietà in termini di prestazioni ed efficienza energetica.

La caratteristica principale è riferibile infatti ad un processo di riscaldamento decisamente veloce che mette in correlazione una gestione intuitiva delle informazioni in merito al riscaldamento in atto e una silenziosità di funzionamento molto interessante.

Grazie agli sviluppi apportati da AEG su questo prodotto è possibile attuare il Silent Mode che permetterà di utilizzare il termoventilatore con il minimo disturbo possibile.

Questa opzione è stata sviluppata dal produttore per poterlo utilizzare senza convivere con un fastidioso sibilo che perdura in maniera fissa durante tutta la fase di condizionamento climatico.

La regolazione della temperatura che si può attuare attraverso questo prodotto è stata registrata nei nostri test in modo professionale.

Le nostre misurazioni hanno infatti registrato un range che va dai 5 ai 30 °C.

Le prestazioni sono quindi la base su cui AEG ha costruito un termoventilatore in grado di eseguire un riscaldamento del tutto professionale oltreché veloce e silenzioso.

Il design che riveste questo prodotto è decisamente minimale, l’idea è quella di entrare nelle abitazioni e negli ambienti senza destare troppo l’attenzione, ma uniformandosi in maniera ideale all’arrendamento di ognuno.

Gli sviluppi apportati dal produttore sono stati rivolti soprattutto ad un utilizzo quotidiano del termoventilatore.

È possibile infatti programmare le varie fasi di climatizzazione per tutta la settimana.

Questo dettaglio è di enorme vantaggio, specie quando si lavora e si desidera rientrare in un ambiente già climatizzato.

Oltre all’attenzione per la personalizzazione del dispositivo e delle varie fasi di climatizzazione, AEG ha voluto dotare questo prodotto di un pratico sensore che rileva la possibilità che ci sia una finestra aperta nella stanza.

Grazie a questo sensore in situazioni in cui la temperatura scenda repentinamente, appunto a causa di una finestra aperta, il termoventilatore si spegne automaticamente risparmiando energia.

La struttura nel suo complesso ha fatto registrare ottimi risultati in merito ai parametri di resistenza ad urti grazie anche alla certificazione IP 24.

Sono da segnalare inoltre le varie certificazioni contro episodi di surriscaldamento che rendono ancora più duraturo in proiezione questo prodotto.

Caratteristiche tecniche:

  • Riscaldamento veloce
  • Massima efficienza
  • Facile montaggio e collaudo
  • Massima sicurezza
  • Anti-surriscaldamento
  • Certificazione IP24
AEG - Termoventilatore, Bianco, 238722
  • Riscaldamento veloce: parete appesa – Termoconvettore ideale come complemento di transizione e riscaldamento o come vollheizung in bagno. È estremamente silenziosa grazie Silent Mode. Regolazione della temperatura da 5 °C a 30 °C
  • Massima efficienza – Conforme alla presenza di design direttiva 2018: il calcolo automatico di tempo di preriscaldamento in timerb compensata in temperatura, programmabile settimanale, rilevamento finestra aperta e funzione antigelo
  • Massima sicurezza: anti-surriscaldamento, sicurezza integrata temperatura Wächter, sicurezza bambini, protezione da spruzzi d' acqua IP24
  • Montaggio a parete rapido e semplice: fissare lo separato, appendere del dispositivo. Connettore CA. 1 m con spina angolare
  • Contenuto della confezione: 1 AEG ventilatore calorifero VH Comfort in metallo pieno esecuzione, agganciata alla parete (sul dispositivo), istruzioni per l' installazione, Peso 5.4 kg, dimensioni: 46.9 x 34.5 x 12.6 cm. Senza telecomando

Radialight Touch Termoventilatore

Radialight Touch Termoventilatore

La caratteristica che più ci ha colpito nell’analisi di questo termoventilatore risiede nel suo spessore.

In soli 11 centimetri Radialight è riuscita a condensare un concentrato di tecnica e prestazioni davvero notevole.

Grazie allo spessore ridotto, il produttore si è infatti assicurato di produrre un termoventilatore che non dia problemi di ingombro né fisico né visivo.

Touch Termobagno rappresenta uno standard di climatizzazione decisamente interessante che abbiamo voluto approfondire nei nostri test.

Un ulteriore elemento di analisi ha riguardato l’organizzazione dei controlli e dei vari comandi.

Il produttore ha voluto basare l’intera gestione della climatizzazione su un sistema di controlli Touch Screen a sfioramento che rende l’intero utilizzo molto più smart e intuitivo.

All’avanzamento tecnologico apportato nella fase gestionale, il produttore non si dimentica di affiancare praticità ed efficienza grazie ai vari ganci nascosti da utilizzare per asciugamani bagnati e oggetti simili.

Molti studi hanno sviluppato un sistema di circolo dell’aria molto silenzioso che permette di ottenere un rumore di funzionamento del tutto ridotto.

La silenziosità è quindi stata inseguita non tralasciando le prestazioni che rimangono adeguate alla fascia di prezzo e ai dati che abbiamo visionato analizzando la scheda tecnica.

Nelle nostre prove abbiamo evidenziato un generale riscaldamento del tutto omogeneo all’interno dell’ambiente senza alcun malfunzionamento in ogni programma selezionato.

Un sistema interessante riguarda la gestione della climatizzazione attuata in automatico dal termoventilatore.

Ad intervalli regolari il prodotto attua una misurazione che carpisce informazioni sulla presenza o meno di persone nell’ambiente, in caso di esito negativo, il prodotto va automaticamente in configurazione ECO attuando una climatizzazione di 3,5°C in meno rispetto alla temperatura impostata.

In caso di rilevazione di soggetti nell’ambiente il termoventilatore ritorna alla precedente impostazione.

Grazie a queste tecnologie combinate abbiamo rilevato un risparmio di oltre il 25% di energia.

Caratteristiche tecniche:

  • Dimensioni: 50 x30 x11 cm
  • Scocca in plastica
  • Filtro antipolvere
  • 2 potenze di funzionamento: 1000W /1800W
  • Barra porta salviette integrata
  • Protezione IP24
  • Display LED
  • Doppio isolamento elettrico
Radialight Termoventilatore digitale a parete TOUCH con barra portasalviette (Grigio Perla) TBSLI003
  • Termoventilatore da bagno per montaggio a parete
  • Termostato digitale e comandi touch screen
  • Funzione Accensione programmata per un caldo risveglio
  • Sensore di presenza per accensione automatica in base al movimento
  • Kit di montaggio viti incluso

Argo Chic Silver

Argo Chic Silver

In merito a questo Chic Silver di Argo abbiamo notato sin dai primi test una straordinaria relazione qualità prezzo che ci ha spinti ad inserirlo nella nostra selezione.

In primo luogo abbiamo analizzato la potenza.

In questo caso abbiamo appurato livelli del tutto soddisfacenti e riferibili oltretutto a fasce di prodotto superiori.

Il termoventilatore sfrutta tutti i 2000 Watt dei quali dispone riuscendo ad attuare un riscaldamento del tutto conforme alle aspettative.

Abbiamo stimato una potenza compatibile con ambienti anche molto grandi fino a 22 m2.

Per stanze più piccole è possibile sfruttare la modalità ECO che utilizzerà esattamente la metà della potenza disponibile.

La resistenza in ceramica permette al termoventilatore di attuare un riscaldamento molto rapido e questo va a beneficio dei consumi e dell’esperienza d’uso dell’utente.

La collocazione resta quella classica che lo vede fissato a parete distante da terra.

In questa configurazione tramite la bocchetta dotata di alette interne mobili è possibile attuare la migliore climatizzazione possibile.

In merito alle funzioni presenti abbiamo registrato sostanzialmente 4 vantaggi principali.

Il primo riguarda la personalizzazione della climatizzazione tramite timer che può essere utilizzato per programmare il funzionamento fino ad un massimo di 8 ore trascorse le quali il termoventilatore si spegnerà automaticamente.

Il secondo vantaggio è riferibile al termostato che non manca di comando a distanza tramite telecomando.

Oltre alla già citata funzione eco per attuare un risparmio energetico dove i 2000 Watt di potenza sarebbero sovrastimati, ricordiamo la funzione di ventilazione da utilizzare soprattutto d’estate per attuare un raffreddamento sottile e delicato durante i periodi caldi dell’anno.

Grazie a questi 4 punti cardine, la praticità d’utilizzo è alquanto migliorata rispetto alle generazioni di prodotto precedenti.

Sfruttando coordinatamente il telecomando e l’interfaccia del termoventilatore è possibile utilizzare il prodotto in ogni condizione in quanto tutte le informazioni sono disponibili sul display LCD posizionato sulla zona anteriore del termoventilatore.

Caratteristiche tecniche:

  • Display LCD
  • 2000 Watt di potenza massima
  • Alette regolabili
Argo Chic Silver Termoventilatore Ceramico a Parete, 2000 watt, Con Timer Settimanale, Argento
  • Termoventilatore ceramico a parete piatto con pannello frontale in vetro temperato argento e finitura riflettente; in estate diventa un ventilatore grazie alla funzione "ventilazione estiva"
  • 3 modalità di riscaldamento: ECO / COMFORT / ECO SMART
  • Questo termoventilatore ha sia timer di accensione e spegnimento giornaliero (1-24h) che timer settimanale
  • Chic Silver ha un display a led sul pannello frontale e telecomando sottile a infrarossi per le regolazioni da distanza
  • Oscillazione automatica del flap e regolazione della temperatura ambiente

Il migliore termoventilatore da parete

Per la selezione del miglior prodotto tra quelli consigliati abbiamo voluto alzare l’asticella dei nostri paradigmi di scelta andando ad analizzare ogni fattore determinante.

Nella nostra selezione abbiamo quindi scelto il termoventilatore di AEG come migliore termoventilatore da parete.

Come scegliere il termoventilatore da parete

I termoventilatori da parete elettrici superano di ampio margine le loro controparti alimentate a gas ed è possibile quindi trovare sistemi di riscaldamento che possano offrire una climatizzazione soddisfacente con plurime soluzioni relativamente economiche.

In altre parole, trovare il miglior termoventilatore elettrico da parete può essere la soluzione giusta per molti ambienti da riscaldare e, nel caso specifico, anche raffrescare in modo economico e con soluzioni salvaspazio molto soddisfacenti.

In questa guida, analizzeremo alcuni fattori di scelta che possano aiutarvi a trovare il termoventilatore da parete perfetto.

Vantaggi

Uno dei motivi principali per acquistare un termoventilatore da parete risiede nella sua capacità di attuare una climatizzazione soddisfacente senza l’obbligo di dover convivere con un ingombrante oggetto.

Non occorre preoccuparsi di non inciampare su cavi di alimentazione in quanto molti di questi prodotti si collegano direttamente all’alimentazione di casa senza il bisogno di occupare una presa a muro.

La loro natura compatta è un vantaggio, così come il fatto che è possibile trovare prodotti gestiti in modo smart tramite applicazioni assieme ai modelli di base.

Il settore dei termoventilatori da parete offre quindi molte soluzioni a cui fare riferimento.

Tali soluzioni presentano poi un rapporto qualità prezzo invidiabile specialmente se comparato ad altri sistemi di riscaldamento.

La sicurezza è un altro motivo per cui molti proprietari utilizzano i termoventilatori da parete.

Non c’è motivo di preoccuparsi per un termoventilatore montato a muro in quanto si escludono tutti quegli episodi di ribaltamento propri di altri modelli come quelli a torre.

Eliminando l’alimentazione a gas si elimineranno inoltre anche tutti i problemi relativi a perdite di gas nell’ambiente.

Funzionamento

Il termine termoventilatore elettrico da parete può essere in qualche modo fuorviante per i consumatori a meno che non siano ben informati nel mondo HVAC.

L’acronimo si riferisce infatti all’ Heating, Ventilation and Air Conditioning quindi al riscaldamento di un ambiente per ventilazione.

Mentre alcuni utenti credono che si intendano unicamente i termoventilatori che collegati semplicemente a muro, in realtà descrive qualsiasi tipo di termoventilatore montato a muro e alimentato da elettricità.

Alcuni produttori classificano anche questi sistemi come termoventilatori a pannelli o termoventilatori a parete in ceramica, rendendo le cose ancora più confuse.

Volendo attuare un chiarimento che riassuma e semplifichi il funzionamento di questi prodotti possiamo affermare che mentre la corrente passa attraverso l’elemento riscaldante all’interno di un termoventilatore elettrico da parete, l’energia viene trasformata in calore che viene poi diffuso in tutto l’ambiente.

Qualsiasi tipo di termoventilatore avrà un elemento riscaldante all’interno, ma può essere sia un sistema forzato dalla ventola che uno che utilizza la tecnologia a infrarossi o il calore radiante.

Ciò avrà un impatto su come il calore viene disperso in una stanza.

I termoventilatori da parete possono essere cablati o collegati anche a una presa, anche se i primi potrebbero richiedere un’installazione professionale.

Utilizzo

Prima di parlare di tensione, tipologie o installazioni, è importante pensare all’utilizzo che verrà fatto del prodotto.

Questa precisazione è doverosa poiché i produttori concepiscono da sempre le loro linee di prodotti come non trasferibili da un ambiente all’altro.

Poiché molti di questi sistemi non sono portatili, il posizionamento è fondamentale, così come il design generale.

Una volta installato, il termoventilatore dovrà convivere quindi con la stanza per molto tempo, questo fattore in termini di arredamento e design potrebbe non essere cosi trascurabile.

A questo scopo consigliamo di non sottovalutare il design esterno in quanto, se l’utilizzo del termoventilatore influenzerà il luogo dove verrà installato, il design influenzerà l’arredo della stanza.

Tipologie

Il funzionamento di un termoventilatore può basarsi su diversi standard che utilizzano tecnologie differenti.

Per una maggiore chiarezza procederemo ora ad elencare quali di queste tecnologie risultano essere più funzionali rispetto alle altre.

Il primo standard riguarda i termoventilatori cosiddetti Fan-Forced.

Qualsiasi termoventilatore a parete con una ventola all’interno può tecnicamente essere classificato come un sistema basato sul movimento di una ventola.

Questi termoventilatori usano la ventola per spingere l’aria in una stanza e in genere hanno da due a tre velocità, delle quali ognuna soddisfa un determinato bisogno in merito alla metratura della stanza e al periodo dell’anno.

Il secondo gruppo di prodotti riguarda i termoventilatori radianti.

Un termoventilatore a parete radiante non ha la portata di riscaldamento di un termoventilatore dotato di ventola, ma è perfetto per riscaldare aree e oggetti in una stanza.

Poiché questi prodotti utilizzano una forma di riscaldamento diretto, possono riscaldare un’area più rapidamente rispetto ad altri sistemi elettrici.

In ultima analisi abbiamo voluto inserire anche i termoventilatori a convenzione o termoconvettori.

Quando si ha bisogno di calore prolungato, un termoventilatore a convezione può essere una scelta eccellente.

Questi sistemi irradiano calore come un termoventilatore radiante ma riscaldano l’aria all’interno di una stanza piuttosto che gli oggetti vicini.

Funzionano più lentamente e molti sistemi moderni hanno un ventilatore per aiutare a far circolare l’aria riscaldata.

Costi

Calcolare il costo per installare un termoventilatore è semplice, ma occorre anche considerare quanto tempo si trascorrerà nella stanza dov’è installato.

Il costo di gestione di un termoventilatore dipende irrimediabilmente dal tempo di utilizzo e dalla metratura della stanza oltre al numero di persone presenti in un determinato ambiente.

Ci sono tre fattori principali che vanno nel costo per far funzionare un termoventilatore elettrico.

Con quale frequenza lo si usa, la quantità di kW/h a cui è possibile fare riferimento e il tipo di termoventilatore che si sta utilizzando.

Un sistema con un efficiente elemento riscaldante può mantenere bassi i costi di gestione, ma non se funziona per lunghi periodi di tempo.

In merito al secondo punto elencato, per capire quanto costerà far funzionare un termoventilatore elettrico montato a parete, è necessario sapere i kilowattora del proprio piano elettrico.

È quindi necessario moltiplicare la potenza del termoventilatore a cui si è interessati per quante ore al giorno si pensa che possa essere utilizzato.

Dividere tale cifra per 1000 e quindi moltiplicare il totale per la tariffa kilowattora per trovare il costo di gestione.

Prestazioni

I termoventilatori a parete vengono commercializzati con un range di potenza che solitamente si assesta intorno ai 1500 watt.

È sulla base di questo dato e sui vari sistemi montati sul prodotto dalla casa madre che è necessario basare le proprie valutazioni in merito alle prestazioni che si potranno ottenere e sui relativi costi di gestione.

Le prestazioni di un termoventilatore sono in genere del tutto soddisfacenti, ma occorre commisurare ogni prodotto alla metratura dell’ambiente da climatizzare per evitare il rischio di comprare un prodotto sottodimensionato o viceversa.

La maggior parte dei produttori dà una valutazione di metratura per il loro prodotto, anche se questi dati potrebbero essere più o meno approssimativi.

È un numero importante da tenere a mente, ma che può essere influenzato da vari altri fattori, tra cui la disposizione di porte aperte e finestre.

Caratteristiche

Analizzando le caratteristiche di ogni termoventilatore è possibile attuare una prima grande distinzione tra i vari prodotti.

Ciò detto molti produttori hanno condensato in poche utili funzioni le proprie soluzioni al fine di offrire un prodotto che funzioni bene senza fronzoli che nel tempo possano dare malfunzionamenti.

La dotazione di base per molti prodotti si esaurisce in un piccolo display frontale sul quale vengono proiettate tutte le informazioni in merito alla temperatura e al timer impostati.

Molti hanno la possibilità di lavorare anche con un termostato esterno e alcuni possono persino sincronizzarsi col proprio smartphone.

A queste dotazioni seguono poi una protezione contro il surriscaldamento e l’opzione che spegne il termoventilatore in caso di una finestra aperta.

Una funzione che potrebbe essere utile d’estate, e per questo consigliamo di ricercarla nel proprio modello, riguarda la possibilità di utilizzare il termoventilatore anche d’estate tramite la funzione di semplice ventilazione.

Garanzie

Nella nostra esperienza, la maggior parte dei produttori di termoventilatori fornisce una garanzia da 1-3 anni sulla propria linea di prodotti.

Alcune aziende vanno oltre quello standard con garanzie di 5 anni, ma queste sono spesso legate a un marchio o a una collezione specifica.

Il rapporto di garanzia dipende inoltre dalla disponibilità di usufruire di pezzi di ricambio.

Anche se questo fattore può dipendere anche dal marchio selezionato, siamo stati in grado di trovare una varietà di parti di ricambio per termoventilatori elettrici a parete di molte marche oggi in commercio.

Ciò include parti che potrebbero perdersi o rompersi nel tempo, come un quadrante insieme a componenti interni e alle griglie.

Installazione

Indipendentemente dal modello, l’installazione di un termoventilatore non presenta grandi difficoltà o abilità anche se si tratta di un piccolo termoventilatore elettrico plug-in.

Nel caso in cui si debba installare un termoventilatore elettrico che utilizza una spina standard da 120 volt sarà sufficiente collegarlo alla presa più vicina avendo cura di togliere il cavo da zone pericolose come quelle nelle vicinanze di fonti d’acqua.

Per i termoventilatori con cavo, e quindi collegati direttamente al piano elettrico di casa, occorre pensare alla lunghezza e al posizionamento del cavo insieme allo spazio necessario.

Se si acquista un termoventilatore plug-in portatile, la parte posteriore del termoventilatore può causare problemi con determinate prese nella casa, ma tutto si riduce al posizionamento.

Con uno di questi sistemi, il costo del termoventilatore elettrico si riduce al semplice acquisto in quanto non richiedono un’installazione professionale.

Gli utenti che considerano l’acquisto di un termoventilatore elettrico a parete dovrebbero invece considerare un costo aggiuntivo significativo.

Infatti installando un termoventilatore a parete è necessario munirsi di una serie di strumenti utili alla realizzazione di una vera e propria opera dedicata.

Questi prodotti richiederanno infatti strumenti come misuratori di tensione e in base alla necessità strumenti per eseguire lavori sul muro per poi inserire il proprio termoventilatore.

Se hai intenzione di acquistare un termoventilatore elettrico a parete che deve essere cablato, di solito è meglio pagare un piccolo extra per un’installazione professionale.

Mentre un termoventilatore normale richiede unicamente di essere collegato ad una presa di corrente, il cablaggio di un termoventilatore da parete è una questione completamente diversa.

Conclusioni

Come è possibile notare dalle nostre conclusioni e dai nostri consigli, non è necessario avere particolari abilità per trovare il miglior termoventilatore da parete, ma è sufficiente seguire alcuni semplici consigli.

Sia che si preferisca qualcosa di piccolo e portatile che un prodotto cablato a parete, c’è un termoventilatore e una fascia di prezzo per tutti i gusti e tutte le necessità.

Basta quindi fare la propria scelta basandosi su alcuni importanti fattori come la potenza del termoventilatore, la metratura della stanza e la disponibilità di un aggancio alla corrente tramite presa o cablaggio diretto al piano elettrico.